Scuola

Studenti messinesi si fanno onore a Carrara

Gli allievi della III media del Collegio S. Ignazio ai Campionati italiani di Geografia

Studenti messinesi si fanno onore a Carrara

A Carrara si è svolta la Prima edizione dei Campionati nazionali della Geografia rivolta agli studenti di III media. L'iniziativa promossa dall'Associazione italiana insegnanti di Geografia e da “Sos Geografia”, svoltasi nell'Istituto “Zaccagna” nella bellissima cornice della città toscana, aveva lo scopo di potenziare lo studio su una materia inspiegabilmente negletta nonostante la sua straordinaria utilità in un mondo sempre più globalizzato. L'evento organizzato dal prof. Riccardo Canesi poneva come obiettivo principale far divertire i ragazzi in una materia che a loro piace ma che, purtroppo, studiano poco, evidenziando l'importanza della geografia intesa non come materia puramente nozionistica ma come disciplina che rende l'alunno consapevole cittadino del mondo.

A questa emozionante esperienza ha preso parte anche una delegazione del Collegio S. Ignazio di Messina: gli alunni Andrea Bicchieri, Samuel Fazio, Giovanni Morgante, Mariaeleonora Sottile e Francesco Abate, Nicholas Aloisi, Ismaele Donnina, Gabriele Sottile, divisi in due squadre, si sono confrontati con 120 allievi provenienti da tutta Italia (Imperia, Trento, Perugia, Pistoia, Salerno, La Spezia, Genova, Pordenone, Massa, Carrara e, naturalmente, Messina). Gli allievi accompagnati dalla prof. Roberta Caruso, dopo mesi di esercitazione, intenso studio e una dura preselezione, si sono cimentati in quattro difficili prove: la prima consisteva nella ricostruzione del mondo attraverso un puzzle di 1000 pezzi; la seconda in un gioco informatico individuale, al quale le squadre del S. Ignazio hanno schierato i due compagni Morgante e Alosi; la terza prova prevedeva l’elaborazione e corretta collocazione di 20 coordinate geografiche di città italiane, europee e mondiali; la quarta e ultima prova era la temuta cartina muta sulla quale ricercare elementi geografici.

I campionati sono stati vinti dalla scuola di Pordenone mentre i nostri ragazzi hanno concluso la competizione conquistando un onorevole ottavo posto. Questa è la “Buona scuola”, quella che stimola l’energia dei ragazzi spingendoli a una sana competizione e a imparare divertendosi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi