Taormina

Ex Tribunale, presentato
il conto al Comune

La proprietà chiede 26mila euro per danni che sarebbero stati provocati quando Palazzo dei Giurati aveva in affitto i locali

Il piano finanziario della Rete fognante

Un altro contenzioso all'orizzonte e un ennesimo decreto ingiuntivo in arrivo per il Comune di Taormina, al quale viene chiesto un risarcimento danni per i locali dell'ex Tribunale di Trappitello. Si tratta dell'immobile di via Francavilla che sino al settembre del 2013 ha ospitato gli uffici decentrati del palazzo di giustizia, la cui attività stata poi trasferita dal Ministero di Giustizia nella sede centrale a Messina a seguito del provvedimento di riassetto della "geografia" dei tribunali italiani e dei relativi tagli decisi per le sedi periferiche. L'ex tribunale è rimasto da allora chiuso e la proprietà dello stabile ora sta chiedendo i danni al Comune di Taormina per le condizioni in cui si trova attualmente l'edificio. L'immobile era stato affittato proprio al Comune per consentire la presenza in zona dell'allora tribunale e al momento in cui "le chiavi" del tribunale sono state riconsegnate alla proprietà, si sono evidenziati una serie di danni ora reclamati dalla proprietà stessa. Sono stati accertati, in tal senso, da un perito dei danni per un ammontare di circa 26 mila euro (e.c.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto