MESSINA

Patto per la falce, domani incontro a Palermo

A presiederlo l'assessore regionale al territorio e ambiente Maurizio Croce.

Patto per la falce, domani incontro a Palermo

Sul patto per la falce adesso vogliono tutti bruciare le tappe. I primi a dare l'esempio sabato pomeriggio sono stati Comune e Autorithy che si sono incontrati trovando l'accordo sull'annoso problema della proprietà delle aree con la rinuncia al contenzioso e sulla riduzione della cubatura prevista nel prg del porto. Un'intesa preziosa dopo l'incontro della mattinata all'Università ed il sopralluogo alla Real Cittadella. La notizia di oggi è che l'assessore regionale al territorio, Maurizio Croce ha convocato per domani alle 16,30 nella sala di presidenza a Palazzo d'Orleans tutti i soggetti istituzionali interessati alla stipula dell'accordo di programma per la zona falcata. Un patto propedeutico all'approvazione del piano regolatore del porto di Messina ed all'avvio di quella stagione progettuale intorno alla quale sabato scorso tutti si sono trovati d'accordo. Un documento fondamentale anche perchè pensare di apportare delle modifiche al piano regolatore del porto significherebbe perdere altri anni ed una città in cerca di riscatto non può certo permetterselo.E allora l'appuntamento di domani potrebbe rappresentare una pietra miliare sulla strada che porta al recupero della falce. Lo ha ribadito oggi anche il capogruppo all'Ars, l'on. Beppe Picciolo secondo il quale “la politica del fare non ammette pause e bisogna dare immediatamente seguito agli incoraggianti risultati ottenuti dopo poche ore la conclusione della conferenza stampa di sabato”. Non c'è tempo da perdere è la parola d'ordine che risuona oggi nelle sale della politica messinese e palermitana perchè nessuno vuol perdere questa opportunità. E ben vengano le perplessità dei cinque stelle che annunciano di voler vigilare opponendosi ad ogni speculazione e dei movimenti che da anni si battono per la bonifica della zona falcata e che ai progetti esposti in questi settimane antepongono la cura dell'arte, della cultura e della bellezza della culla della civiltà messinese. Per coronare il sogno di recuperare la zona falcata c'è bisogno dell'apporto di tutti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi