CALCIO

Slitta la decisione su Di Napoli

La sentenza di primo grado del tribunale nazionale federale sul calcio-scommesse, attesa oggi, potrebbe arrivare mercoledì ma anche tra una settimana. In stand-by la posizione del tecnico del Messina Arturo Di Napoli ed il mercato dei peloritani.

Chiesti 4 anni di squalifica per Di Napoli

In attesa di tempi migliori, il Messina si tiene stretto il pareggio ottenuto a Ischia che consente alla squadra giallorossa di tenere a distanza la zona play-out, di avvicinarsi alla salvezza e spezzare la serie di tre sconfitte consecutive subite lontano dal S.Filippo. Dopo la pesante batosta casalinga col Benevento ci si attendeva una prestazione più grintosa e con meno sbavature che, invece, hanno contraddistinto il primo tempo dei peloritani graziati dai campani in più di una circostanza. Nella ripresa, invece, il Messina ha controllato il match senza soffrire troppo anche se non è riuscito ad incidere nell’area dei gialloblu che, alla distanza, sono calati vistosamente. Sabato pomeriggio al S. Filippo per il Messina c’è la possibilità di mettere un altro mattone salvezza col Monopoli. Tempi dilatati, invece, per la sentenza di primo grado su Dirty Soccer. In attesa ci sono squadre e tesserati, tra cui l’allenatore del Messina Arturo Di Napoli.  Secondo alcune fondate indiscrezioni, la decisione del tribunale nazionale federale potrebbe arrivare a ridosso della conclusione  del mercato a cui guarda la società per rinforzarsi in vista della parte conclusiva del torneo. Almeno quattro-cinque, i colpi previsti, ricordando che ad ogni entrata dovrà corrispondere un’uscita per fare in modo che le operazioni non gravino sul bilancio. Molto dipenderà dalle condizioni fisiche di Berardi, ieri in panchina dopo la bufera che lo travolto nel post gara col Benevento. Continua la trattativa per un portiere spagnolo under che, essendo svincolato, potrebbe essere ingaggiato per il prossimo torneo. Al Messina serve un centrocampista centrale, in grado di mettere nella linea mediana chili, centimetri e piedi buoni. In ballottaggio ci sono il catanese Giuseppe Russo e il croato Ivan Rajcic, con il primo favorito. Per l’attacco c’è lo sloveno Barisic del Catania, un under scoperto proprio dal direttore sportivo giallorosso Christian Argurio. Per il reparto avanzato c’è un altro nome caldo. Piace Filippo Scardina della Lupa Castelli Romani con cui il Messina potrebbe mettere in piedi uno scambio che porterebbe nel Lazio, Frabotta e, forse, Biondo. Nella lista dei partenti anche Leonetti e Barraco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi