Messina

Stalle in città,
aperta un’inchiesta

Si cercano possibili connivenze. Chi ha fatto collocare i cassonetti davanti ai box con i cavalli?

Stalle in città,  aperta un’inchiesta

Troppe cose da chiarire, un numero incredibile di “coincidenze” che meritano un meritato approfondimento da parte delle forze dell’ordine e, soprattutto, tante incongruenze che vanno assolutamente chiarite.

I cassonetti dei rifiuti solidi urbani sistemati davanti ad alcune stalle, e con all’interno tracce di paglia e sterco, così come quei box delimitati da cancelli in ferro e lamiera e che sembrano ospitare cavalli, necessitano di risposte ufficiali in tempi davvero rapidissimi.

Le fotografie pubblicate ieri dalla “Gazzetta del Sud” su alcune situazioni “strane” e pericolose che si registrano al rione Santa Chiara e al villaggio Aldisio, fanno parte di una dettagliatissima relazione di servizio che, in maniera tempestiva, gli uomini della polizia municipale hanno inviato ai vari reparti del Corpo - per gli accertamenti del caso - e all’autorità giudiziaria. Magistratura che ha in corso anche una indagine sulle corse clandestine di cavalli, una delle quali, nei mesi scorsi, si è svolta sul viale Giostra alto ed è stata teatro di un gravissimo incidente: due fantini sono stati infatti trasportati in ospedale per le gravi ferite riportate. 

La polizia municipale vuol vederci chiaro sull’esistenza di quei box cercando di capire se mai è stato eseguito un controllo al loro interno e se, al tempo stesso, si tratta di strutture autorizzate o totalmente abusive, così come vuol capire chi - e con quale autorizzazione - ha collocato i cassonetti per i rifiuti davanti a quei manufatti. Soprattutto si vuol accertare se da “MessinAmbiente” sia mai partita qualche segnalazione su quei contenitori sistemati in zone non abitate e perché, eventualmente, i mezzi della società di raccolta si spingono fino all’interno di quelle stradine per svuotare i contenitori. Si vuole anche capire se qualcuno abbia mai segnalato queste situazioni anomale.

Relazioni fotografiche sono state anche inviate ad altre forze di polizia per chiarire anche ulteriori aspetti della vicenda che, al momento, non sono stati ufficializzati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi