Precisazione

«In piscina 30 secondi di black out e nessun panico»

Sul black-out che si è verificato nel pomeriggio di lunedì alla piscina coperta di cappuccini interviene il presidente della Waterpolo Messina, Felice Genovese, per puntualizzare alcuni aspetti della vicenda

Va via la luce in piscina Paura per i bimbi in acqua

L’impianto natatorio Cappuccini e il momentaneo black-out che si è verificato nel pomeriggio di lunedì: interviene il presidente della Waterpolo Messina, Felice Genovese, per puntualizzare alcuni aspetti della vicenda.

«La mancanza della luce per soli 30' secondi nell’impianto Cappuccini», esordisce Genovese, «è stato un evento eccezionale mai verificatosi in questi anni di gestione da parte della Waterpolo Messina, che tuttavia si è subito attivata per capirne le cause e contestualmente informare su quanto accaduto il Comune proprietario dell'impianto. La situazione, comunque», sostiene Genovese, «è stata tenuta sotto controllo dal personale (istruttori ed assistenti bagnanti) della società, i quali hanno subito attivato le luci sommerse della vasca e dopo soli 30 secondi hanno riattivato l’illuminazione della piscina. Non c’è stata», afferma Genovese, «assolutamente alcuna scena di panico tra gli utenti, anzi i bambini, con le luci accese dentro la vasca, hanno pensato che l’acqua fosse “magica” e si sono divertiti così tanto che hanno chiesto una replica dell’accaduto ai nostri istruttori».

«Abbiamo ritenuto opportuno fare questa precisazione perché ci è sembrata doverosa nei confronti di tutti coloro che, operando nell'impianto Cappuccini, ogni giorno dedicano le proprie energie e le proprie competenze nella Scuola nuoto federale della Waterpolo Messina».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi