Messina

La Scuola diventa "digitale"

Progetto “School Academy- Biblò”: martedì 19 dalle 14.30, nella biblioteca della scuola media Simone Neri di Giampilieri Superiore si terrà la sessione plenaria rivolta ai docenti

La Scuola diventa

Stefano Moriggi

La scuola del futuro è alta formazione, la scuola del futuro arriva con il progetto “School Academy- Biblò”, in collaborazione con il gruppo Spaggiari al I Istituto Comprensivo S. Margherita. Martedì 19 dalle 14.30, nella biblioteca della scuola media Simone Neri di Giampilieri Superiore si terrà la sessione plenaria rivolta ai docenti dell’Istituto S. Margherita e ai dirigenti e ai docenti degli Istituti messinesi che avranno aderito. Fortemente voluto dalla dirigente Laura Tringali, il progetto School Academy Biblò è quanto di più innovativo e tecnologicamente avanzato possa offrire oggi la didattica digitale. Si tratta di una piattaforma per la scuola predisposta all’acquisizione e alla diffusione di contenuti didattici e digitali; al contempo Biblò è anche occasione di formazione e apprendimento in rete, grazie al continuo scambio delle esperienze: metodologie, strumenti e documenti per favorire l’apprendimento attraverso il network. Le scuole che fanno parte del progetto, infatti, entrano in una community la cui piattaforma diventa banco di scambio di book in progress, fascicoli, documenti, diari di bordo, destinati a costruire mattoncino su mattoncino la didattica del futuro. A tracciare il percorso del progetto sarà il filosofo Stefano Moriggi, ricercatore all’Università di Milano Bicocca e all’Università degli studi di Bergamo, autore di diversi saggi e articoli scientifici, alcuni dei quali incentrati e concentrati sulle nuove avanguardie degli strumenti digitali (“Perché la tecnologia ci rende umani. La carne nelle sue riscritture sintetiche e digitali” edito per i tipi Sironi nel 2009, “Chi ha paura del digitale. Rischi e opportunità da Facebook a Wikileaks” in Alfabeta 2 – Quaderno sulla 53a Biennale di Venezia, “Apprendere ricercando: la fine della didattica nozionistica” in Agenda digitale 2013 o il piccolo libro  “Connessi – Beati quelli che sapranno pensare con le macchine” edito  san Paolo anche in versione e-book, per citarne alcuni). Fra gli argomenti trattati durante la plenaria, oltre il contesto nazionale e internazionale entro il quale si svolge il progetto con le sue metodologie e gli step, anche l’utilizzo degli ambienti virtuali per l’apprendimento, la didattica attraverso device, contenuti digitali, infrastrutture e banda larga, strategie e metodologie per aderire a una didattica digitale. Alla base del progetto c’è la convinzione che la didattica debba aprirsi ai nuovi studenti, la scommessa, insomma, sta nel creare innanzi tutto una nuova docenza, capace di “pensare con le macchine” – per parafrasare il filosofo – capace di agire all’interno di spazi rivisitati che agevolino l’apprendimento. E la trita diatriba fra cultura umanista e cultura tecnologica finisce per avere ragione d’esistere, perché non sono i contenuti a essere rivoluzionati, ma la loro “forma”, a cominciare dagli e-book e dai book in progress, nati direttamente dalle esperienze dei docenti, ma sempre aperti a cambiare ed evolversi, per finire ai supporti tecnologici (dai totem ai palmari), agli spazi in cui interagire con gli alunni, ai software da usare. Insomma, una rivoluzione.

____________________

Stefano Moriggi, volto noto della televisione, ha condotto in coppia con Alex Zanardi la trasmissione E se domani, andata in onda su Rai3 lo scorso inverno, e tornerà  in TV nella prossima stagione con una nuova serie di puntate. Storico e filosofo della scienza, già  docente nelle Università  di Milano, Brescia, Parma e presso la "European School of Molecular Medicine" (SEMM), è membro di comitati scientifici internazionali. Editorialista di «Newton», collabora con riviste e quotidiani e ricopre il ruolo di consulente scientifico del Piccolo Teatro di Milano. Tra le sue pubblicazioni: Le tre bocche di Cerbero. Il caso di Triora: Le streghe prima di Loudun e Salem (Bompiani, 2004) e Perché la tecnologia ci rende umani (Sironi, 2009) con Gianluca Nicoletti. Per le Edizioni San Paolo ha pubblicato School Rocks (2011) insieme ad Antonio Incorvaia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto