Messina

Giovane fugge all’alt e finisce nei guai

Viaggiava con pochi grammi di sostanza stupefacente in auto e, per questo, quando ha visto sulla Statale 114 un carabiniere del “Radiomobile” alzare la paletta è scappato

Giovane fugge all’alt e finisce nei guai

Il ventiduenne Giovanni Valastro, a Minissale, invece di accostare la vettura al marciapiede e sperare “nella buona sorte” ha pigiato ancor di più il piede sull’acceleratore dando vita ad un inseguimento ad altissima velocità lungo le strade cittadine.

Auto del ventiduenne davanti, e gazzella del “Radiomobile” a sirene spiegate dietro, si sono inseguite fino a via Tito Plauto, al rione Taormina, dove il giovane - resosi evidentemente conto di non poter “competere” con i militari dell’Arma - ha abbandonato la vettura tentando una disperata, quanto inutile, fuga a piedi. Una speranza, quella di farla franca, durata davvero pochi istanti visto che è stato bloccato dai carabinieri di un secondo equipaggio del “Radiomobile”, nel frattempo intervenuti nella zona indicata in supporto ai colleghi.

Fin dalla prima perquisizione a bordo della macchina è stata trovata la droga, sistemata all’interno del vano portaoggetti.

Valastro è stato così arrestato, in flagranza di reato, per resistenza a pubblico ufficiale mentre è stato segnalato alla Prefettura - come del resto prevede la normativa - quale assuntore di sostanze stupefacenti. Trattenuto nelle camere di sicurezza Valastro ieri mattina è stato processato per direttissima.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto