lega pro

Il Messina del 2016
parte con il Martina

Prima partita del 2016 per il Messina che domani sera al S.Filippo, con inizio alle 20.30, ospiterà il Martina Franca.

Il Messina del 2016 parte con il Martina

Contro l’unica squadra del girone ancora a secco di punti in trasferta, sempre battuta nelle otto partite giocate lontano dal “Tursi”, il Messina proverà ad aprire l’anno nel migliore dei modi anche per capire se i sono i margini per un inserimento in extremis nella zona play-off oppure se l’obiettivo da centrare sarà un altro. Compito, peraltro, reso più complicato dalle numerose assenze, molte delle quali ereditate dalla sciagurata gara di Caserta. Per squalifica salteranno il match con il Martina Franca il portiere Berardi e l’esterno sinistro De Vito, quest’ultimo assente anche con il Benevento. Per infortunio sono fuori Cocuzza, il cui rientro è previsto a febbraio e Palumbo che, lentamente, è sulla via del recupero  dopo l’operazione al menisco di inizio dicembre. Alla lista da aggiungere anche Fornito e Parisi che non hanno smaltito del tutto i postumi degli infortuni patiti al Pinto. In questo contesto, non idilliaco, si incastona la posizione del tecnico Arturo Di Napoli che lunedì a Roma, davanti al tribunale federale nazionale, dovrà difendersi dalla pesante accusa di illecito sportivo mossa dalla procura quando nella passata stagione era alla guida del Savona. Clima, quindi, tutt’altro che sereno e mercato fermo in attesa di conoscere il futuro dell’allenatore giallorosso. Tra i calciatori recuperati c’è Tavares che, comunque, dovrebbe cominciare dalla panchina. Scelte quasi obbligate per Di Napoli che potrebbe lanciare dal primo minuto Frabotta e Russo sugli esterni di difesa, completata da Burzigotti, dal rientro di Martinelli e in porta da Addario. Zanini, invece, è favorito per un posto in mezzo al campo. In avanti pronto Leonetti. Reparto avanzato completato da Gustavo, Padulano e Barraco che si giocheranno le due maglie a disposizione  per gli esterni. Il Messina non vince da due mesi, sei turni durante i quali ha racimolato la miseria di tre punti, un magro bottino  costato posizioni di classifica a scapito di squadre in questo momento più attrezzate. C’è curiosità anche per capire se il problema atletico che ha bloccato i giallorossi sia stato superato con il lavoro svolto nelle due settimane di sosta. Un’eventuale vittoria potrebbe restituire entusiasmo e allontanare polemiche e dubbi sulla squadra peloritana.  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi