Messina

I Bilanci...
in Parlamento

Interrogazione di una deputata nazionale del Pd sulla situazione finanziaria del Comune. Rostan (LabDem): il Governo si pronunci sul Piano di riequilibrio

 Un bilancio di previsione che non viene approvato, un ente locale costretto ad agire senza poter spendere neppure un euro in più di ciò che è consentito per motivi urgenti e indifferibili, i conti in rosso e una lunga serie di “disastri finanziari”. Il Comune di Messina finisce sotto i riflettori del Parlamento. A presentare un’interrogazione è la parlamentare del Pd (area LabDem) Michela Rostan, la quale, spinta ovviamente dai rappresentanti locali della componente del Partito democratico, si rivolge ai ministri dell’Economia e dell’Inter - no. «Messina non può restare ancora a lungo in questa situazione di limbo quale è il predissesto –puntualizza LabDem – senza che si possa disporre di adeguate risorse per programmare il rilancio della città, delle aziende partecipate del Comune e il pagamento di migliaia di debiti che hanno messo in gravi difficoltà imprese, professionisti e privati cittadini». Da qui la necessità di farne un caso nazionale, proprio per avere una risposta definitiva sulle sorti del Piano decennale di riequilibrio finanziario. Ed è da qui che prende le mosse l’inter - rogazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi