Nasce la “rete” dei giovani che vivono fuori Messina

Nasce la “rete” dei giovani che vivono fuori Messina

Ben 9.361 abitanti in meno in Sicilia, 13.266 in più in Lombardia. Bastano questi dati, relativi allo scorso anno, per rendersi conto della portata delle continue “migrazioni” dal Sud al Nord del Paese.

Si tratta nella maggior parte dei casi di giovani costretti a trasferirsi nelle principali città italiane, se non addirittura all’estero, per studiare e lavorare, e costruirsi un futuro che qui si fatica ad immaginare. I messinesi non fanno eccezione, anzi. Ventotto di loro, da ieri, fanno parte della neonata “Fuori di Me”. L’associazione, presentata ieri mattina a Palazzo Zanca, punta ad essere un importante punto di riferimento per studenti e giovani lavoratori messinesi fuori sede affinché possano fare rete e mettere le loro competenze al servizio della città dello Stretto.

L'approfondimento nell'edizione in edicola della Gazzetta del Sud

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi