comune di messina

Nomine dirigenziali, atti illegittimi?


La consigliera comunale del Pd Antonella Russo ne chiede al sindaco l’immediata revoca in autotutela. Tanti aspetti controversi: dalla rapidità delle procedure al ruolo sempre più ingombrante di Le Donne

Nomine dirigenziali, atti illegittimi?

Il comune di Messina

«Ho consultato decine di colleghi, importanti giuristi e amministrativisti. E siamo tutti concordi: le nomine dei due nuovi dirigenti sono viziate da gravi profili di illegittimità, il sindaco revochi subito gli atti in autotutela». Antonella Russo, avvocato e consigliera comunale (tra i tre rimasti nel Partito democratico), non ha dubbi: l’amministrazione comunale si è messa in un vicolo cieco e deve uscirne al più presto. Lo strapotere del segretario generale-direttore generale Antonio Le Donne, che ha imposto la nomina come dirigente dell’Ufficio di gabinetto del sindaco della dottoressa Claudia Manciola (che ha lavorato con lui a Macerata), preoccupa anche una parte della stessa giunta comunale. E tornano a galla le dichiarazioni dell’ex assessore ai Servizi sociali Nino Mantineo che, nei giorni della polemica precedente alle sue dimissioni “forzate”, puntò il dito proprio contro il “Le Donne superstar”.

L'articolo continua nell'edizione cartacea di oggi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto