CALCIO

Il Messina chiude male il 2015

Sesta partita consecutiva senza vittoria. I giallorossi potranno sistemare la classifica e avvicinarsi alla salvezza vincendo la sfida casalinga col Martina alla ripresa del campionato il 9 gennaio.

Messina, pari in campo e vittoria sugli spalti

Da salvare del match del “Pinto” c’è veramente poco. Messina in piena involuzione e che nell’ultima gara dell’anno ha mostrato limiti tecnici e caratteriali tanto da far dichiarare all’allenatore Di Napoli che qualcuno chiuderà con largo anticipo la sua esperienza con la maglia biancoscudata. I giorni della sosta porteranno ad un’analisi  approfondita e ragionata più di quanto non possa essere quella effettuata a caldo. Il momento negativo è, intanto, fotografato dai risultati e dal gioco non più fluido. Il Messina non vince da sei turni durante i quali ha racimolato la miseria di tre punti, frutto di altrettanti pari casalinghi ed in trasferta ha incassato tre sconfitte. Un ciclo negativo che fatto perdere entusiasmo e posizioni in classifica. E’ anche vero che c’è modo e modo di perdere. Della partita contro la capolista non sono piaciuti soprattutto gli atteggiamenti. Zero scusanti per il portiere Berardi che prima ha commesso un fallo da rigore da principiante, uscendo maldestramente, e poi si è fatto cacciare per proteste, lasciando la squadra in 10 quando ancora era tutto in gioco. Per l’estremo difensore è la seconda espulsione dopo quella sciocca rimediata a Benevento. Una recidiva che non è piaciuta a nessuno, men che meno al tecnico Di Napoli. Ingenuo anche il rosso a De Vito, nervoso per una partita giocata al di sotto delle attese, lui che finora era stato l’unico a non saltare neppure una gara. Situazione disciplinare aggravata anche dalle troppe ammonizioni rimediate, segnale che la squadra non è più serena e bisognerebbe capirne il perché. E’ stata anche la partita degli infortuni muscolari. Vittime questa volta Fornito e Parisi, costretti al forfait nel primo tempo. Saranno valutati ma c’è il rischio che entrambi siano costretti a saltare la prima gara del 2016 contro il Martina.   In questo contesto c’è anche un caso Tavares, out per un risentimento muscolare dell’ultima ora. Non avrebbe cominciato dal primo minuto ma la sua assenza in panchina è un indizio che lascia presupporre un possibile divorzio. Il portoghese è inattaccabile sul piano dei numeri ma la sua continua indisponibilità ha incrinato il feeling con il tecnico. C’è da aggiungere che sei punti di vantaggio sulla zona play-out non sono pochi e che l’obiettivo stagionale rimane alla portata. Una vittoria sul Martina potrebbe restituire al Messina la sua dimensione ed il mercato di riparazione dovrà servire solo per migliorare un giocattolo che ha fatto divertire e sognare per parecchie giornate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi