Messina

Seconda rapina in 20 giorni alla Carige

I banditi arraffano quasi diecimila euro. La centralissima banca di via Bixio presa di mira con grande spregiudicatezza

Seconda rapina in 20 giorni alla Carige

 Seconda rapina in 20 giorni con modalità simili ma gli esecutori e il bottino, stavolta, sono raddoppiati. Il 3 dicembre 2015, ad arraffare circa cinquemila euro nella Carige di via Nino Bixio, sotto la minaccia di un’arma nascosta, un rapinatore solitario; ieri, invece, due banditi, mano in tasca, hanno obbligato i cassieri a consegnarne quasi 10.000. Preoccupa questo colpo consumato con tanta spregiudicatezza ai danni di un istituto tra i più centrali e frequentati della città, vicino all’incrocio con il Viale e non distante dalla stazione Arcivescovado dei Carabinieri. Erano le 11 quando i due malviventi, confusi tra i clienti, sono entrati nei locali: l’uno di corporatura robusta, l’altro più magro, i volti parzialmente travisati da cappelli e sciarpe. Il bandito prestante, una mano nella tasca rigonfia come se brandisse un’arma, o fingesse d’averla, ha intimato ai dipendenti di consegnare tutto il denaro ed ha così arraffato la consistente somma L’uomo avrebbe anche minacciato il personale. A quel punto, soddisfatti, i rapinatori sono usciti dalla filiale e, montati su uno scooter di colore nero si sono allontanati verso monte. Sul posto sono intervenute le volanti della Polizia che ha avviato indagini serrate, a partire dall’acquisizione di tutti i filmati. Una delle persone che ha assistito alla rapina ha accusato un malore ed è stato soccorsa da un’ambulanza del 118.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto