Messina

Tre sale per il Vittorio Emanuele

C’è l’accordo per “affidare” l’auditorium del Palacultura all’Ente Teatro. Ipotesi concreta che però tarda a sbloccarsi

Tre sale per il Vittorio Emanuele

 La Commissione Cultura di Palazzo Zanca si appella all'Amministrazione chiedendo notizie sull'ipotesi di affidare la gestione dell'anfiteatro del Palacultura all'Ente regionale “Teatro di Messina” Vittorio Emanuele, per consentire ad un unico soggetto qualificato di occuparsi di diversi contenitori culturali, in ragione della tipologia degli spettacoli e delle iniziative da svolgere. Sul punto, nei vari incontri che si sono tenuti in passato anche in Commissione, era emersa condivisione d'intenti fra la stessa Commissione, l'assessorato e l'Ear, ma come detto la fumata bianca non è ancora arrivata. «Inizialmente l'Ente Teatro poteva gestire tre sale, la “Colapesce”, la “Laudamo”e il “Teatro in Fiera” all'interno del quale venivano organizzate rappresentazioni di carattere popolare – ha spiegato il presidente della Commissione, Piero Adamo –. Venendo meno quest'ultima, l'idea che era venuta fuori prevedeva, appunto, di destinare l'auditorium del Palacultura ristabilendo l'originario equilibrio con una sola regia». Ed oltre alle ragioni organizzative e strutturali, vi sono anche quelle economiche perché un ulteriore opportunità potrebbe garantire maggiori introiti per l'Ear

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi