messina

Lavori alla rete idrica
slittano a domani

Slittato a domani l'intervento di manutenzione nella rete idrica che avrebbe comportato l'interruzione dell'erogazione tra le 11 e le 16 di oggi in una zona del centro sud della città. Sarebbe rimasto a secco il Policlinico ed stata trovata un'alternativa

Lavori alla rete idrica slittano a domani

All'ultimo momento è saltato l'intervento programmato da giorni, proprio per oggi. Un intoppo tecnico non rendeva disponibile la condotta che avrebbe dovuto alimentare alternativamente l'area del Policlinico universitario. Pertanto, non essendo possibile tagliare fuori dall'erogazione il polo ospedaliero, neanche per un lasso di tempo ridotto come quello previsto per effettuare l'intervento di manutenzione straordinario, l'amam da deciso di posticiparlo di 24 ore. Intervento che si inquadra nell'ambito di un piano di bilanciamento della distribuzione, resosi necessario dopo le difficoltà riscontrate durante la fase di crisi durata 23 interminabili giorni. Si tratta di effettuare una serie di manovre sul territorio per far giungere l'acqua in modo più equilibrato in tutti i serbatoi della rete comunale. Tra i principali obiettivi da raggiungere, nei piani dei dirigenti dell'Amam, quello di poter dirottare l'acqua proveniente dalla condotta della Santissima verso la zona nord della città. In questo caso più che un semplice intervento di manutenzione, si tratterà di un'opera di una certa importanza dovendo infatti posare una nuova condotta per mettere in comunicazione alcuni serbatoi. Fermo restando l'obiettivo di trovare a nord delle fonti alternative, fruttando le risorse che non mancano certo a ridosso dei peloritani. Per il momento, le attenzioni sono concentrate sull'ottimizzazione dell'attuale rete. La scorsa settimana un primo intervento è stato iniziato e finito dalle parti del serbatoio Gonzaga. Adesso tocca a quello del Mangialupi che serve una vasta porzione di utenze del centro sud, tra il viale Europa e la via Catania, compreso appunto il Policlinico. Proprio qui, durante la crisi idrica si registrarono i maggiori problemi quando, una volta immessa in rete l'acqua, seppur con una portata ridotta, non riusciva a raggiungere tutte le abitazioni. Ne sanno qualcosa gli abitanti del quartiere Lombardo, tra quelli che non videro una goccia di acqua uscire dai rubinetti per ben 22 giorni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi