Messina

Porto Tremestieri, il decreto alla firma di Delrio

Entro il mese il fondamentale appalto per l'approdo a sud dovrebbe essere finalmente sbloccato. L’istruttoria del rifinanziamento (28 milioni) conclusa positivamente e trasmessa al ministro

Porto Tremestieri, il decreto alla firma di Delrio

 L’istruttoria si è conclusa positivamente, il decreto di rifinanziamento parziale dell’appalto per il porto di Tremestieri è da alcuni giorni sul tavolo del ministro dei trasporti, Graziano Delrio: si aspetta da un momento all’altro la sua firma decisiva e subito dopo quella del responsabile dell’Economia Gianfranco Padoan. Niente può più impedire a Roma il compiersi del salvataggio, entro il 31 dicembre, dei finanziamenti mancanti e quindi dei cantieri, da aprire al più presto per l’infrastruttura da circa 72 milioni che dovrebbe liberare veramente dalla servitù di attraversamento dei Tir. Si tratta del rifinanziamento in contabilità speciale di circa 28 milioni dei 35 che costituivano il mutuo concesso nel 2010 dalla Banca internazionale Dexia ed estinto dallo stesso Ministero dei Trasporti l’ottobre scorso d’intesa con l’Autorità portuale, che ne era l’originale beneficiaria, e con il Comune che, dal tempo del sindaco-commissario Buzzanca, è la stazione appaltante del porto. Adesso serve bruciare le tappe: a Roma come a Palermo

Commenti all'articolo

  • stefano frances

    10 Dicembre 2015 - 16:04

    E' giunta l'ora di fare questo porticciolo con criteri validi e indistruttibili come è stato fatto tantissimi anni fa il porto di Messina, senza inutili perdite di tempo e di danaro. I lavori si devono effettuare senza speculazioni, senza ritardi, usando manodopera del luogo e senza abusare della buonafede del popolo messinese.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi