PALERMO

Catanoso va giù pesante
"L'ingresso di Genovese è una vergogna"

Lo dice il parlamentare di Forza Italia commentando il passaggio dal Pd al partito di Berlusconi del deputato messinese.

Catanoso va giù pesante"L'ingresso di Genovese è una vergogna"

"Credo sia arrivato il momento di dire le cose con chiarezza. Io, come si sa, non faccio politica per farmi i c... miei e la faccio, viceversa, per le mie idee e nell'interesse dell'Italia; quindi non riesco ad accettare che ci si possa spostare da una coalizione all'altra non per aver cambiato idea, ma solo per una questione personale, di spazi o di ritorsione contro altri o altre forze politiche". Lo dice il parlamentare di Forza Italia, Basilio Catanoso, commentando il passaggio dal Pd al partito di Berlusconi del deputato Francantonio Genovese e di altri appartenenti al suo gruppo. "M'importano le idee, i programmi, il confronto che deve farci riprendere il contatto con il resto del Centrodestra (anche di quello che oggi non è più nostro alleato) e sopratutto con la gente perbene - aggiunge - che avverte il bisogno di sentirsi ben rappresentata. Con chi s'è confrontato Miccichè per aver cambiato la linea politica nazionale che ha finora criticato la 'campagna acquisti' renziana? Non m'interessa se Miccichè ha conversato a tu per tu con questo o quel dirigente del partito (come mi ha detto) per far cenno a questa assurda operazione, di sicuro non v'è stata nessuna riunione dove s'è discussa questa linea politica, a nessun livello. E non bastano comunicati stampa dei soliti 'ascari' che in modo acritico tengono a supportare l'azione del 'principe' per ricavarne futuri spazi o favori. Io sono fermo a quello che Berlusconi e gli organi di Fi ai vari livelli hanno detto finora: critica al Pe e al Centrosinistra e ai suoi uomini, impegno a tentare la ricostruzione del Centrodestra. È una vergogna! Se Berlusconi sapesse la verità, li prenderebbe a calci nel sedere".( A.A.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi