PALLANUOTO

La Waterpolo Messina
affonda a Padova

Le campionesse d'Italia vincono il big match per 11-4. Peloritane ridimensionate e tecnico Mirarchi furioso per la prestazione.

La Waterpolo Messina affonda a Padova

Brutta sconfitta e pessima prestazione per la Waterpolo Despar Messina nel confronto diretto d’alta classifica a Padova. Le campionesse d’Italia in carica hanno vinto per 11-4 confermandosi, ancora una volta, più forti delle ragazze peloritane, al primo stop in campionato. Gara in equilibrio solo per una decina di minuti, prima, cioè, che le venete prendessero il largo. Per le peloritane una partita condizionata dai troppi errori in superiorità numerica ed un approccio non adatto a gare di grande livello. Solo un gol realizzato da Bosurgi e compagne con l’uomo in più, troppo poco per scalfire le certezze del Padova. Dal punto di vista della classifica cambia ben poco visto che per l’assegnazione dello scudetto bisognerà attendere la finale a sei programmata nella seconda metà di maggio. La battuta d’arresto rischia, però, di essere un macigno psicologico che potrà essere eliminato solo vincendo e convincendo nelle prossime gare anche se non sarà facile colmare il gap con Padova, apparso più maturo e pronto ad affrontare gli appuntamenti più difficili.

CRONACA- Fino al 2-2 segnato da Rosaria Aiello ad inizio della seconda frazione, la gara rimane in equilibrio. A spezzarlo le cinque reti consecutive del Padova e una reazione assente delle peloritane. La Waterpolo Despar Messina sbaglia troppo e non riesce a tenere il passo delle venete che, alla fine, manderanno nel tabellino sei marcatrici diverse. Le peloritane chiudono la gara incassando tre gol e con la magra consolazione di aver chiuso in parità solo uno dei tempi. Poco per una squadra partita e costruita con altre aspirazioni.

COMMENTO: Il tecnico Maurizio Mirarchi fa i complimenti alle avversarie e bacchetta le sue ragazze: “ Padova ha nettamente meritato di vincere e ci ha surclassato sotto tutti i punti di vista. Abbiamo sbagliato approccio e mentalità, sulla falsariga di quanto accaduto a marzo nella finale di Coppa Italia. Speravo non accadesse e, invece, siamo ricaduti nell’errore. La prestazione è stata totalmente negativa, c’è stata una reazione emotiva ma non di squadra. E così non si va lontano. Sono arrabbiato perché pensavo che certe partite non le avrei viste più. Purtroppo mi sbagliavo”.

La Waterpolo Despar Messina si rimetterà subito al lavoro dal momento che mercoledì pomeriggio affronterà in casa il Cosenza, gara che sarà trasmessa in diretta da Rai Sport.

TABELLINO-  Plebiscito Padova-Wp Despar Messina 11-4 ( 2-1, 4-1, 2-2, 3-0)

Lantech Plebiscito: Teani, Barzon 4, Savioli I. 1, Gottardo 1, Savioli M. 2, Queirolo 2, Millo A. 1, Dario, Fisco, Robinson, Nencha, Lascialandà, Franceschino. All. Posterivo S.
Despar Messina: Gorlero, Lopez, Gitto 2, Morvillo, Radicchi, Garibotti 1, D'Agata S., Zaffina, Aiello R. 1, Marchetti, Bosurgi. All. Mirarchi.
Arbitri: L. Bianco e Fusco. Sup. num. Padova 3/6, Messina 1/10 +1 rigore.
Note: Gottardo (P) e Bosurgi (M) uscite per limite di falli.

Questi gli altri risultati della settima giornata: Orizzonte Ct- Rapallo 12-9, Bogliasco- Imperia ( ore 18.00) , Cosenza- Bologna 10-8, Prato - Aquachiara Na 14-7

Classifica: Padova 21,  Wp Messina 18, Orizzonte Ct 15, Cosenza 12, Rapallo e Bogliasco* 10,  Prato 9, Bologna 6,  Imperia* e Acquachiara Na 0.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi