CALCIO

Messina, pari in campo e vittoria sugli spalti

Un segnale per la società giallorossa che potrà varare altre iniziative per fidelizzare anche grazie all’ottima posizione dei peloritani, secondi in classifica.

Messina, pari in campo e vittoria sugli spalti

Messina-Catania va in archivio con uno 0-0 non troppo emozionante, rimane, invece, l’imponente cornice di pubblico che ha assistito alla gara. Il derby siciliano è stata la partita più vista in questo torneo di Legapro ma con numeri d’altra categoria. Oltre 18mila i paganti per un evento che la società giallorossa è stata capace di preparare nel migliore dei modi attraverso una campagna di comunicazione efficace, con biglietti per tutte le tasche e con promozioni che dovranno essere ripetute in futuro, come ad esempio, i tagliandi a prezzi ridotti per alcune categorie come quella degli studenti. Tutto è filato liscio sul piano dell’ordine di pubblico soprattutto per la mancata presenza della tifoseria ospite a cui la trasferta era stata, preventivamente, vietata. A parte il “verde”, parcheggi auto pieni, con parte dell’introito anche a favore delle casse comunali, e mezzi pubblici presi d’assalto, un servizio alternativo che ha smorzato i disagi per raggiungere lo stadio S.Filippo. A riaccendere l’entusiasmo i risultati della squadra guidata da Arturo Di Napoli che con il punto conquistato rimane in seconda posizione sulla scia della capolista Casertana, adesso distante quattro lunghezze. Impossibile chiedere di più ai peloritani che nei turni precedenti hanno spesso giocato al di sopra delle loro possibilità, spendendo parecchio dal punto di visto atletico. In più gli infortuni muscolari di Gustavo e Tavares, tra i colpi di mercato più importanti, hanno tolto al tecnico risorse e alternative. La fase emergenziale durerà ancora, anche ieri, infatti, qualche calciatore è sceso in campo forzando. E’ il prezzo da pagare di una partenza sprint che, però,  ha collocato il Messina nella parte che conta della classifica e consentirà ai giallorossi di essere un avversario scomodo per chiunque, come minimo nella lotta per un posto nei play-off.  I presupposti per stare in alto, con gli adeguati aggiustamenti, continuano ad esserci. E se la gente starà ancora vicina, come la squadra merita, il processo di crescita e consolidamento potrà essere solo più rapido.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi