PALLANUOTO A/1 FEMMINILE

Waterpolo Messina
il derby è tuo

La squadra peloritana supera 13-11, alla piscina Cappuccini, l'Orizzonte Catania e rimane in testa alla classifica. Poker del capitano Silvia Bosurgi.

Waterpolo Messina il derby è tuo

La Waterpolo Despar Messina continua ad essere protagonista nel massimo campionato femminile di pallanuoto. Le peloritane mandano in archivio, con una vittoria, il primo derby della stagione con l’Orizzonte Catania. 13-11 il risultato finale al termine di una gara combattuta, comandata nel punteggio dalle padrone di casa, ma che le etnee hanno avuto il merito di tenere viva fino all’ultimo quarto. Mattatrice il capitano Silvia Bosurgi, capace di impallinare per quattro volte il portiere catanese Flavia Schillaci. Peloritane spietate con l’uomo in più, in rete per sei volte su otto opportunità. Ottima la cornice di pubblico alla piscina Cappuccini, segno dell’importanza del derby siciliano. Adesso c’è la sosta per l’impegno della nazionale italiana in World League con la Francia ( quattro le messinesi convocate ). Alla ripresa, il 28 novembre, è in programma a Padova il big match con l’altra capolista. Per la società di Felice Genovese è qualcosa in più di un esame di maturità.

CRONACA- Aiello al centro viene marcata in maniera spietata, al limite del regolamento, ma alla prima superiorità, la Waterpolo Despar Messina fa centro con la forte giocatrice, una delle ex della partita. Di Mario, su rigore e Grillo firmano il sorpasso etneo. Subito dopo segnano Bosurgi, Morvillo e Garibotti. Sul 4-2, il match sembra, oggettivamente, in discesa ma l’Ekipe Orizzonte Catania rientra in partita con Di Mario, su rigore, e Greenwood. Dopo le reti di Bosurgi e Marletta, sono Lopez e ancora il capitano giallorosso a riportare la Waterpolo Despar Messina sul doppio vantaggio. Il terzo parziale è quello più ricco di reti. Apre Giulia Aiello e aggancio che si concretizza, dopo un’altalena di emozioni, sul 9-9 con Di Mario.

Si tratta, però, di un fuoco di paglia dal momento che la Waterpolo Despar Messina in meno di due minuti segna con Morvillo, Radicchi e Bosurgi, portandosi, per la prima volta, sul triplo vantaggio E’ il colpo di grazia per le etnee che tentano di rientrare, nel quarto tempo, con Riccioli e Greenwood. A stroncare le residue speranze di rimonta è la rete di Rosaria Aiello.

La Waterpolo Despar Messina controlla l’ultima sfuriata e si aggiudica il derby contro la terza forza del torneo.

COMMENTI L’allenatore Maurizio Mirarchi è soddisfatto della prestazione e, ovviamente, del risultato: “ Siamo stati sempre avanti nel punteggio e, sinceramente, non ho temuto di non vincere questa partita. Abbiamo subito tanti gol, non era mai accaduto anche se gli sforzi delle quattro ragazze che vanno in nazionale possono essere giustificazione più che valida. Dopo la sosta ci misureremo, senza timori,  con le campionesse d’Italia in carica, consci che la stagione è ancora molto lunga”. Il capitano Silvia Bosurgi elogia anche la prestazione delle avversarie “ L’Orizzonte ha una lunga tradizione e, superarlo, è sempre difficile. Sono contenta della nostra prova. Speriamo che la nostra vittoria sia di buon auspicio per i biancoscudati nel derby di calcio di Legapro tra Messina e Catania che si giocherà domani pomeriggio al S.Filippo. Anche noi saremo li a sostenere la squadra giallorossa”. Alla partita tra Waterpolo Despar Messina e Orizzonte Catania hanno assistito anche alcuni rappresentati della società di calcio, tra cui il Dg Lello Manfredi,  che da tempo ha stretto una sorta di gemellaggio con la formazione di pallanuoto più prestigiosa della città.

WATERPOLO DESPAR MESSINA-EKIPE ORIZZONTE CT 13-11 (4-2; 3-3; 5-4; 1-2)

Wp Despar Messina: Gorlero, Lopez 1, Gitto, Arruzzoli, Morvillo 2, Radicchi 2, Garibotti 2, D'Agata S., Zaffina, Aiello R. 2, Marchetti, Bosurgi 4, Laganà. All. Mirarchi.
L’Ekipe Orizzonte: Zuccarello, Greenwood 2, Musumeci, Buccheri,  Di Mario 3 (2 rig.), Grillo 1, Palmieri, Marletta 2, Santapaola, Aiello G. 1, Riccioli 2, Lombardo, Schillaci. All. Miceli.
Arbitri: Caputi e Ricciotti. Sup. num.: Messina 6/8, Orizzonte 1/3 + due rigori.
Note: uscite per limite di falli Radicchi (M) e Marletta (O) nel quarto tempo.

Questi gli altri risultati della sesta giornata: Bologna- Padova 4-10, Prato-Bogliasco 5-12, Aquachiara Na-Rapallo 7-14, Imperia- Cosenza 5-18.

Classifica: Wp Messina e Padova 18, Orizzonte Ct 12, Rapallo e Bogliasco 10, Cosenza 9, Prato e Bologna 6,  Imperia e Acquachiara Na 0.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi