Messina

Al lavoro per ridare
acqua alla città

La Protezione civile fa il punto della situazione sull'emergenza idrica nella città dello Stretto e sul dissesto nel comune etneo

Acqua a Messina, la pazienza è agli sgoccioli

"A Messina si sta operando per cercare di stabilire la normalità e ridare l'acqua a tutti i cittadini. Stiamo lavorando sulla frana di Calatabiano con l'installazione del sistema di monitoraggio per la salvaguardia di Calatabiano, considerato che la frana incombe sul fabbricato". Lo ha detto il capo dipartimento regionale della Protezione civile, Calogero Foti, nel Municipio di Catania, a margine della riunione operativa con i sindaci della Città metropolitana sulle regole sull'allerta meteo. "A Messina è in atto un'azione di contributo a condomini, enti, scuole, persone svantaggiate - ha aggiunto Foti, che è commissario per l'emergenza a Messina - per cercare di alleviare il disagio. Attraverso l'impiego di autobotti e con una nave cisterna è stata portata l'acqua in città e nel frattempo c'è una certa quantità d'acqua che arriva attraverso le fonti dell'Alcantara. Si cerca di sopperire in questa fase cercando nel più breve tempo possibile di ristabilire la funzionalità dell'acquedotto - ha concluso Foti - lunedì avevamo detto che nel corso di una settimana si sarebbe superata la prima criticità e il cronoprogramma è perfettamente rispettato. Per garantire l'incolumità dei cittadini di Calatabiano, sono stati anche affidati i lavori per la sistemazione del versante".

"Sulla frana di Calatabiano si sta continuando a lavorare e mi sembra che i tempi siano in linea con quello che avevamo detto. Quindi ci attendiamo per questo fine settimana la chiusura dei lavori". Lo ha detto il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, parlando dell'emergenza idrica a Messina a margine di un incontro nel Municipio di Catania su regole per l'allerta meteo con i sindaci della Città metropolitana. "Per Calatabiano - ha aggiunto - ci sarà un sistema di monitoraggio, un piano operativo per il paese per la tutela della popolazione". Curcio ha sottolineato che per la rete idrica per rifornire d'acqua Messina "i lavori vanno avanti, ma - ha osservato - non voglio dare date o orari per non dare aspettative, che dobbiamo dare soltanto quando abbiamo certezze. C'è un'analisi tecnica condotta ai massimi livelli e per ora le operazioni stanno andando bene e l'idea del fine settimana non è distante dalla realtà. Ma ricordiamoci che, come in tante attività umane, c'è l'imprevisto o l'evento che non si poteva evitare. Andiamo avanti seriamente - ha concluso il capo della Protezione civile nazionale - sapendo che nessuno perde neanche un secondo perché ridare l'acqua alla quota parte di Messina che ancora non la riceve è interesse di tutti".

Commenti all'articolo

  • nino24

    12 Novembre 2015 - 14:02

    Belle parole ma siamo al 20 giorno di sofferenza....,.poi dire che l'acqua arriverà domenica sta a indicare, che ormai passeranno tre settimane!!Potete chiedere alla protezione civile all'amam o chi vi pare, quando invece la condotta del Fiumefreddo sarà definitivamente riattivata?? Grazie

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi