Serie D

CdM domina ma
finisce al tappeto

La gara sbloccata da un rigore di Tiscione, poi l’autogol di Cordima ridà slancio ai padroni di casa. I giallorossi avrebbero meritato di più.

CdM domina ma 
finisce al tappeto

Ordinato, ma fragile. Superiore nel fraseggio, ma poco profondo ed incisivo. Impeccabile nella conduzione tattica dell’incontro, eppure sconfitto. E allora? Hanno pesato in modo enorme le ingenuità grossolane di un primo tempo dominato dai messinesi e per il calo generale di una ripresa giocata in modo troppo superficiale. Il Città di Messina perde la gara di esordio e lascia che sia una Gelbison pratica e concreta a festeggiare per la vittoria. La squadra di Rando va via coi rimpianti della sconfitta, con una serie di meditazioni da fare sulle carenze del reparto difensivo e pure con alcune garanzie, che arrivano soprattutto dalla prima linea.

Gelbison – Città di Messina 2-1
Marcatori: 26′ Tiscione (CdM), 31′ autorete Cordima (CdM), 30′ st Sene (G).
Gelbison: Spicuzza, Magliocca, Mustone, Manzillo (27′ st Santonicola, Pascucci, Manzo, Di Filippo (24′ st Borsa), Pecora, Sene, Galantucci (39′ st Melcarne), Torraca. In panchina: Bufano, Passaro, Abagnale, De Cesare. Allenatore: Alessandro Erra.
Città di Messina: Di Dio, Viscuso, Mondello, Giardina, Cordima, Frassica (38′ st Bombara), Giannuzzi (37′ st Munafò), Assenzio, Saraniti, Tiscione, Citro (29′ st Buda). In panchina: Mannino, Cappello, Camarda, Cucè. Allenatore: Pasquale Rando.
Arbitro: Giampiero Urselli della sezione di Taranto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi