S. Giovanni in F.

Come 007: clic e
la targa cambiava

Aveva realizzato il sogno di molti, il calabrese emigrato in Svizzera e beccato nei giorni scorsi dalla guardia di finanza. Un lavoro da maestro, che lo faceva andare orgoglioso della sua ingegnosità con sistemi elettronici, pezzi di ferro e motori.

Come 007: clic e
la targa cambiava

Aveva montato sul suo bolide un sistema per cambiare la targa, facendola ruotare su se stessa. Bastava un tocco sul pulsante giusto e il gioco era fatto. Alla James Bond, o, se preferite, alla Fantomas. Una delle due targhe, entrambe italiane, era regolare, e la usava quando girava in città o in caso di controlli da parte delle forze dell’ordine.
L’altra, completamente inventata anche se perfettamente identica a una ufficiale, la inseriva quando viaggiava in autostrada per non avere problemi con limiti, autovelox,
tutor e tutto il resto.Appena una manciata di giorni fa, però, l’orgoglio dell’emigrante che un po’ si sentiva 007 è crollato dinanzi alle divise grige della guardia di finanza del comando florense.
Il furbetto è stato denunciato a piede libero. Un’informativa sul caso è finita al vaglio della procura della Repubblica di Cosenza.   Inquirenti e investigatori lavorano anche
per appurare se il bolide dell’agente segreto “de noiantri” sia l’unica ad avere beneficiato del sistema cambia targa, oppure ce ne siano altre in giro.
È possibile che un controllo incrociato sia effettuato anche con le autorità dell’area elvetica in cui il sangiovanneLa

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi