Nasa

Il caldo sul pianeta?
E' colpa dell'uomo

Lo ha affermato lo scienziato americano James Hansen, direttore dell'Istituto Goddard per gli studi della Nasa. In un articolo pubblicato dal Washington Post, Hansen, secondo il quale la situazione e' piu' grave di quella ipotizzata 20 anni fa, ha spiegato che le previsioni del rapporto presentato negli Usa nel 1988 sono gia' state superate.

Il caldo sul pianeta?
E' colpa dell'uomo
Il surriscaldamento globale all'origine del gran caldo delle ultime estati e' una conseguenza delle attivita' dell'uomo. Lo ha affermato lo scienziato americano James Hansen, direttore dell'Istituto Goddard per gli studi della Nasa. In un articolo pubblicato dal Washington Post, Hansen, secondo il quale la situazione e' piu' grave di quella ipotizzata 20 anni fa, ha spiegato che le previsioni del rapporto presentato negli Usa nel 1988 sono gia' state superate. Per Hansen sono quindi dovuti ai cambiamenti climatici causati dall'uomo fenomeni come la grande ondata di caldo del 2003 in Europa, l'estate torrida in Russia nel 2010 e le siccita' che hanno colpito negli ultimi anni il Texas e l'Oklahoma. "L'aumento della temperatura mondiale e' ora dimostrata, ma non so dire quanto velocemente l'incremento medio potrebbe portare a conseguenze estreme", ha detto lo scienziato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi