Obama

Cani sicurezza
facevano bisogni
sui letti albergo

Lo rivela il rapporto della commissione d'inchiesta sulla scandalo delle guardie del corpo di Obama che si erano portati prostitute in albergo mentre lavoravano alla protezione del presidente durante il vertice delle Americhe a Cartaghena, in Colombia, nell'aprile scorso.

obama

Cani anti-esplosivi al servizio del presidente Obama che urinano e defecano sui letti e nelle camere di un albergo in Colombia, durante una visita del capo di stato nel paese sudamericano per un vertice internazionale. Lo rivela il rapporto della commissione d'inchiesta sulla scandalo delle guardie del corpo di Obama che si erano portati prostitute in albergo mentre lavoravano alla protezione del presidente durante il vertice delle Americhe a Cartaghena, in Colombia, nell'aprile scorso. Alcuni dei 12 militari accusati di aver avuto rapporti con prostitute durante il servizio erano addestratori di cani anti-esplosivi. Secondo il rapporto, questi operatori "hanno lasciato che i loro animali dormissero nei letti dell'albergo, insozzassero le lenzuola, urinassero e defecassero in luoghi inappropriati dell'albergo, e non hanno provveduto a rimuovere le deiezioni". Dei 12 militari coinvolti nello scandalo, 9 sono stati sottoposti a sanzioni amministrative, uno a una censura e per altri due prosegue l'inchiesta. Altri 9 agenti del Servizio segreto (l'organismo incaricato di vigilare sulla sicurezza del presidente) a causa dello scandalo sono stati licenziati, hanno dato le dimissioni o sono andati in pensione. Obama li aveva definiti dei "cretini", per aver avuto rapporti con prostitute durante il servizio. Il Servizio segreto ha annunciato di aver dato un giro di vite alle regole per i propri agenti in trasferta all'estero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi