Vicenza

Bancarotta da 2,5 mln
colpiti 2500 risparmiatori

Bancarotta da 2,6 mln di euro e oltre 2.500 risparmiatori danneggiati. Società di Bassano del Grappa (Vi) fallisce senza rimborsare un milione di euro agli investitori.

Bancarotta da 2,5 mln
colpiti 2500 risparmiatori

Una bancarotta con distrazioni per 2,6 milioni di euro e oltre 2.500 risparmiatori, italiani e residenti all'estero, danneggiati. Una società di Bassano del Grappa (Vi), la 102 Capital Spa, fallisce senza rimborsare un milione di euro agli investitori. I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria Vicenza hanno accertato un'attivita' abusiva d'investimento sul Forex Market con la raccolta di 1.041.784 euro da 2.565 investitori; 12 gli indagati. Il successivo fallimento della Spa bassanese e di due Srl collegate ('102 Costruzioni Srl' e 'Centotre costruzioni Srl') ha comportato la mancata restituzione ai risparmiatori del capitale investito e ha fatto emergere responsabilita' in materia di reati fallimentari: distrazioni patrimoniali per 2,6 milioni, alterazioni contabili e falsita' nei bilanci per 6,1 milioni e un abusivo ricorso al credito pari a 9. Accertamenti hanno consentito d'individuare una rete di promotori, operanti una abusiva attivita' pubblicitaria di strumenti finanziari in valuta, esercitata in Italia a mezzo di siti dedicati per conto delle societa' finanziarie Evolution market group Inc. - Finanzas Forex e Suizmarket S.a. - Forex Macro, con sede nella Repubblica di Panama e base operativa in Svizzera. L'indagine, recentemente conclusa dai finanzieri di Vicenza, ha avuto inizio a fine 2010 dopo che la Consob, su segnalazione di alcuni investitori, aveva svolto una attivita' istruttoria sul conto delle societa' panamensi, nonche' della 102 Capital Spa.
  Di fatto e' stato possibile accertare che la 102 Capital e le societa' panamensi hanno svolto una abusiva attivita' di intermediazione in cambi sul mercato delle valute (Forex). Gli Le societa' coinvolte avrebbero esercitato un'attivita' riservata esclusivamente ai soggetti autorizzati alla prestazione dei servizi d'investimento. Le imprese, infatti, hanno gestito le somme di denaro affidate loro dai propri clienti fornendo un'aspettativa di rendimento, cosi' che i contratti proposti ai risparmiatori di fatto sono risultati dei veri e propri 'prodotti finanziari'. Le societa' panamensi hanno offerto al pubblico i propri servizi di gestione per mezzo di siti ad hoc, servendosi anche di una struttura formata da italiani che, a mezzo di ulteriori siti internet e blog, hanno posto in essere un'attivita' di promozione e pubblicita', fornendo informazioni sugli investimenti da sottoscrivere attraverso i siti www.finanzasforex.com e www.forexmacro.com.
  In particolare, la 102 Capital Spa avrebbe usato fraudolentemente la quasi totalita' dei fondi raccolti non per effettuare investimenti nel mercato Forex come pattuito con i risparmiatori, bensi' per finanziare, in pieno conflitto di interessi, alcune societa' immobiliari di costruzioni alla stessa collegate e appartenenti a un unico gruppo imprenditoriale. Infine, l'intermediario bassanese ha esercitato una abusiva attivita' di emissione di moneta elettronica, avendo provveduto a emettere e attivare carte prepagate in assenza delle necessarie autorizzazioni.
  Nei giorni scorsi i finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria Vicenza hanno posto i sigilli a due unita' abitative del valore di 330.000 euro facenti parte del complesso 'Palazzo Zugni', nella centrale piazza Vittorio Emanuele del comune di Feltre (BL). Proprio da una finestra di Palazzo Zugni, il 3 marzo 1867 Giuseppe Garibaldi tenne un discorso alla popolazione in occasione della sua visita in citta'.
  A oggi le indagini hanno visto il coinvolgimento di 12 persone, ritenute responsabili a vario titolo dei reati di abusiva attivita' d'investimento, abusiva emissione di moneta elettronica, abusiva raccolta del risparmio, omessa comunicazione del conflitto d'interessi, bancarotta fraudolenta patrimoniale, bancarotta fraudolenta documentale, bancarotta da reato societario, causazione dolosa del fallimento, abusivo ricorso al credito e bancarotta semplice. In particolare 4 indagati (tutti della provincia di Vicenza) risultano direttamente coinvolti nelle vicende di abusivismo finanziario e fallimentari della 102 Capital Spa, mentre gli altri 8 (di nazionalita' spagnola ma originari delle province di Messina, Prato, Rimini, Roma, Salerno, Torino e Udine) in quelle connesse alle societa' panamensi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi