Omaggio da Ferragamo

Marilyn, una stella
sui tacchi a spillo

Marilyn Monroe e i suoi abiti, indossati nei film e nella vita privata, le sue adorate scarpe dal tacco a spillo di 11 cm, ma anche i suoi scritti, alcuni documenti originali, foto, filmati e opere d'arte che la vedono protagonista.

Marilyn, una stella
sui tacchi a spillo

Marilyn Monroe e i suoi abiti, indossati nei film e nella vita privata, le sue adorate scarpe dal tacco a spillo di 11 cm, ma anche i suoi scritti, alcuni documenti originali, foto, filmati e opere d'arte che la vedono protagonista. Ecco il corpus che racconta le mille sfaccettature della donna e della star Norma Jeane Baker, in arte Marilyn Monroe, attraverso una grande mostra allestita al Museo Salvatore Ferragamo, in Palazzo Spini Feroni a Firenze, dal 20 giugno a gennaio 2013. Anche Firenze onora il ricordo di Marilyn nel cinquantesimo anniversario della sua morte, avvenuta il 5 agosto del 1962.

 

La mostra, a cura della direttrice del museo Stefania Ricci e del critico d'arte Sergio Risaliti, ne racconta il mito confrontando i momenti sul set e quelli della sfera del quotidiano. Una grande sala è dedicata agli abiti indossati nei film, circa 50 modelli, tra cui quelli scelti per Niagara, Quando la moglie è in vacanza, Fermata d'autobus, A qualcuno piace caldo, Gli spostati. E poi ci sono le scarpe, le sue adorate decolleté dal tacco a spillo: esposti 30 modelli, tra cui quelli creati per lei da Salvatore Ferragamo in persona. Scarpe ideate per esaltare la sua sensualità, che lo stesso Salvatore paragonava a quella di Venere. L' esposizione prosegue analizzando il rapporto con il mondo dell'arte, soprattutto con i grandi fotografi che l'hanno ritratta, tra cui Cecil Beaton, Bert Stern, George Barris, Milton Greene, André de Dienes.

 

Scatti che vengono messi a confronto con alcune opere del passato, come il gesso della Ninfa dormiente del Canova, prestato dal Museo di Possagno, l'Alessandro morente conservata al Museo Archeologico di Firenze e infine l'opera 'Quattro Marilyn' in bianco e nero di Andy Warhol, prestata dal The Andy Warhol Museum di Pittsburg. Nella mostra si ricorda anche l'interpretazione di Marilyn fornita da Pier Paolo Pasolini nel film La rabbia (1962). A Firenze il ricordo del mito di Marilyn prosegue al Gallery Hotel Art, un albergo della catena Lungarno Collection di proprietà della famiglia Ferragamo, che ospita una rassegna di 22 scatti in bianco e nero dedicati alla diva (visibile dal 20 giugno al 15 settembre 2012). La rassegna "On the heels of Marylin", organizzata in collaborazione con la Galleria Brancolini Grimaldi, è stata esposta fino al 20 maggio alla Getty Gallery di Londra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi