Apple

IPhone 5 a settembre
con una nano-sim

Il prossimo iPhone sarà lanciato a metà settembre, avrà una nano-sim e un connettore diverso. Le ultime indiscrezioni sul nuovo telefonino Apple arrivano dal Guardian online.

IPhone 5 a settembre
con una nano-sim

Il prossimo iPhone sarà lanciato a metà settembre, avrà una nano-sim e un connettore diverso. Le ultime indiscrezioni sul nuovo telefonino Apple arrivano dal Guardian online.

 Secondo il prestigioso quotidiano britannico, il connettore sara' a 19 pin, sostituendo cosi' quello a 30 introdotto da Cupertino con la terza generazione di iPod nell'aprile 2003. Una mossa messa in campo molto probabilmente per rispettare gli standard europei sugli alimentatori, sottoscritti anche da Cupertino.

 

Gli aumenti a due cifre di ricavi e utili non bastano. Apple delude le attese degli analisti e scivola in Borsa, dove nelle contrattazioni after hour arriva a perdere fino al 6%. Il terzo trimestre dell'esercizio fiscale si chiude per Apple con ricavi in aumento del 23% a 35 miliardi di dollari e un utile netto in progresso del 21% a 8,8 miliardi di dollari, o 9,32 dollari per azione. I risultati sono sotto le attese: il mercato scommetteva su ricavi per 37,25 miliardi di dollari e un utile per azione di 10,37.

E' la seconda volta negli ultimi 20 trimestri - secondo la stampa americana - che Apple non centra le attese degli analisti. A preoccupare è il rallentamento delle vendite di iPhone: nel terzo trimestre è stato venduto in 26 milioni di esemplari, il 28% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso ma il 26% in meno rispetto ai tre mesi precedenti. Un calo che viene imputato all'attesa per l'iPhone che, comunque, non è atteso prima della fine dell'anno, lasciando temere agli osservatori un'ulteriore flessione delle vendite nei prossimi mesi. Nel terzo trimestre Apple ha venduto 17 milioni di iPad, l'84% in più rispetto all'anno scorso, 4 milioni di Mac con un aumento del 2% e 6,8 milioni di iPod, in calo del 10%.

Il numero di iPad in suo presso le aziende di Fortune 500 è triplicato rispetto allo scorso anno, afferma il chief financial officer di Apple, Peter Oppenheimer, annunciando per il 16 agosto il pagamento di un dividendo di 2,65 dollari. "Continuiamo ad investire nella crescita del nostro business e siamo felici di dichiarare oggi un dividendo di 2,65 dollari per azione" mette in evidenza, precisando che sulle vendite di iPhone pesano le "speculazioni" sull'arrivo di nuovi prodotti. Per il trimestre in corso Apple prevede ricavi per 34 miliardi di dollari e un utile per azione di 7,65 dollari per azione, come di consueto sotto le attese degli analisti: Cupertino è infatti famosa per stime molto conservatrici. "Siamo entusiasti delle vendite record di 17 milioni di iPad nel trimestre di giugno" afferma l'amministratore delegato di Apple, Tim Cook, annunciando l'arrivo a ore (sarà disponibile da domani) di Mountain Lion. Il prossimo autunno arriverà invece iOS 6.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi