Terrorismo

007: "La minaccia jihadista è concreta in Italia"

Presenti soggetti radicalizzati e c'è propaganda ostile Isis

007: "La minaccia jihadista è concreta in Italia"

In Italia la minaccia del terrorismo jihadista è "concreta ed attuale". Il Paese è infatti "oggetto dell'attività propagandistica ostile di Daesh e continuano ad essere presenti nel suo territorio soggetti radicalizzati - tra i quali 'islamonauti' italofoni - o comunque esposti a processi di radicalizzazione". Lo rileva la relazione annuale dell'intelligence presentata oggi. In particolare, viene segnalato "il pericolo rappresentato dagli estremisti homegrown, mossi da motivazioni e spinte autonome o pilotati da 'registi del terrore'". 

007, occhio a campagne d'influenza sotto elezioni - Occhio alle "campagne di influenza che, prendendo avvio con la diffusione online di informazioni trafugate mediante attacchi cyber, mirano a condizionare l'orientamento ed il sentiment delle opinioni pubbliche, specie allorquando queste ultime sono chiamate alle urne". Lo evidenzia la relazione annuale dell'intelligence presentata oggi, che parla di "minaccia ibrida" e prevede un aumento di questo tipo di rischi, "specie in prossimità di passaggi cruciali per i sistemi democratici". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi