E' giallo

Strage di cani a Sciacca: trovate 30 carcasse

Strage di cani a Sciacca: trovate 30 carcasse

Nei giorni scorsi sono stati ritrovati una trentina di cani morti per avvelenamento  a Sciacca. Il comune ha presentato una denuncia contro ignoti alla Procura. La stessa cosa aveva fatto la presidente dell'Associazione nazionale tutela animali, Anna Maria Friscia. 

Il sindaco di Sciacca Francesca Valenti ha presentato un esposto alla procura della Repubblica contro gli autori di alcuni insulti pubblicati sulla sua pagina Facebook in cui, al primo cittadino e ai suoi figli, viene augurata la morte, al pari di quella patita dai cani randagi avvelenati in contrada Muciare. L'amministrazione comunale viene considerata, evidentemente, responsabile di quanto accaduto. "Non sono colpevole e non chiedo scusa", ha dichiarato il sindaco. Aggiungendo che l'avvelenamento di tutti questi cani l'ha addolorata. "Mia madre sfamava i randagi, e in famiglia abbiamo avuto sempre un animale d'affezione", ha detto Francesca Valenti. Il sindaco ha assicurato il comune troverà le soluzioni adeguate per tutelare gli animali, "ma non certo - ha sottolineato - per fare un favore a qualcuno, ma per difendere, oltre ai cani randagi, anche l'immagine della nostra città, pesantemente danneggiata da questa vicenda".

"Leggo quanto successo in contrada Muciare a Sciacca e non si può che restare sconcertati per le modalità adottate dinanzi ad un problema dilagante quale il randagismo: sopprimere. I problemi si affrontano non si sopprimono. L'auspicio è che vengano individuati i responsabili". Lo dice la presidente della commissione Sanità dell'Ars, Margherita La Rocca Ruvolo, commentando la notizia dell'avvelenamento di una trentina di cani a Sciacca ed esprimendo solidarietà al sindaco saccense destinataria di pesanti insulti su Facebook in relazione all'episodio. "Rimango altrettanto basita - ha aggiunto - per le modalità e l'aggressività che si riversa nel linguaggio utilizzato verso il primo cittadino. Modalità inaccettabile e violenta, uguale se non peggiore di chi ha avvelenato i 30 mettici colpevoli di avere avuto infedeli padroni. Sono vicina da donna e da amministratore al sindaco Francesca Valenti". "Come presidente della commissione Sanità dell'Ars ho già acceso un focus sul fenomeno randagismo istituendo, mercoledì scorso, una sottocommissione i cui lavori sono coadiuvati dal deputato Antonio De Luca. Si lavorerà per la soluzione del fenomeno. In ogni caso - ha sottolineato la deputata regionale dell'Udc - è inaccettabile assistere a queste ondate di odio e violenza nei confronti di chi sta in trincea, ogni giorno, per mille emergenze".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Gambizzato nella notte

Gambizzato nella notte

di Sebastiano Caspanello