"La migliore offerta"

Tornatore, nel nuovo film
aste, amore e thriller

Un triangolo d'amore tra aste e thriller, in un clima di decadente Mittleuropa. Questi alcuni elementi emersi oggi in conferenza stampa sulla nuova opera del premio Oscar Giuseppe Tornatore dal titolo "La migliore offerta".

Tornatore, nel nuovo film
aste, amore e thriller

Sturgess e Tornatore. Alle loro spalle Geoffrey Rush

Un triangolo d'amore tra aste e thriller, in un clima di decadente Mittleuropa. Questi alcuni elementi emersi oggi in conferenza stampa sulla nuova opera del premio Oscar Giuseppe Tornatore dal titolo "La migliore offerta". Un film, girato in lingua inglese con un cast internazionale e costato 13,5 mln di euro, che sarà nelle sale dal 4 gennaio con la Warner.

 "Non posso dire moltissimo - ha detto subito un imbarazzato Tornatore in una conferenza stampa a Roma -. Posso rivelare solo che è un film ambientato nel mondo delle aste, ma non parla di questo mondo in modo particolare. Come protagonista assoluto c'é Geoffrey Rush, nei panni di un battitore d'aste inglese che si ritrova in una storia d'amore". Ma, ha continuato il regista di Nuovo cinema Paradiso, 'La migliore offerta' ha anche dalla sua una tessitura da "giallo classico anche se non ci sono morti, né assassini, né investigatori".

Girato tra Trieste, Vienna, Bolzano, Milano, Parma, Praga, Roma e Milano, il film che sarà distribuito oltre che in Italia anche in Germania, nasce - ha rivelato poi Tornatore - da una sua vecchia idea che si è innestata su una nuova "e questi due elementi narrativi si sono poi attratti tra di loro come in una carpenteria cinematografica". Degli altri personaggi oltre Geoffrey Rush, che interpreta l'elegante Virgil Oldman, Tornatore rivela molto poco. Si sa che Robert (Jim Sturgess) è un abilissimo restauratore, uno capace di riparare qualsiasi cosa e che, a quanto si intuisce nei tre minuti di backstage mostrati stamani ai giornalisti, potrebbe essere innamorato di Claire (Sylvia Hoeks),giovane e bella cliente della sala aste, proprio come lo stesso anziano Virgil.

Infine, Donald Sutherland è il vecchio amico e confidente di Geoffrey Rush. Con 'La migliore offerta', Tornatore si lascia comunque alla spalle il suo film più personale e autobiografico come 'Baaria'. "Questa - dice - è una storia nata in modo diverso, ma il fatto che non sia autobiografica non vuol dire affatto che sia più facile da fare". Per quanto riguarda le aste: "non sono mai stato affascinato troppo dal mondo delle aste - spiega Tornatore -, né mai ci ho partecipato. Ma per anni ho ricevuto in casa un catalogo d'asta e quando mi sono ritrovato a sfogliarlo sono stato colpito dal linguaggio usato. Un linguaggio che rendeva anche una sedia la cosa più bella del mondo". Infine, sul personaggio interpretato dall'attore australiano Geoffrey Rush, premio Oscar nel 1997, dice solo: "Nel film interpreta un inglese che fa il battitore d'aste e che subisce, molto lentamente, una vera e propria trasformazione diventando un altro uomo". Le musiche de 'La migliore offerta', prodotto da Paco Cinematografica in associazione con Warner Bros e con Unicredit, sono affidate al maestro Ennio Morricone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi