Catania

Gasolio rubato in Libia e venduto in Europa, ordinanza per 9

Indaginedella Gdf di Catania, coinvolti miliziani libici e una società di Malta

Gasolio rubato in Libia e venduto in Europa, ordinanza per 9

La guardia di finanza ha sgominato un'associazione a delinquere internazionale che riciclava gasolio libico rubato dalla raffineria libica di Zawyia, a 40 km ovest di Tripoli,trasportato via mare in Sicilia e successivamente immesso nel mercato italiano ed europeo. Militari del comando provinciale di Catania, con la collaborazione del Scico, a conclusione di un'indagine coordinata dalla Procura Distrettuale etnea, hanno eseguito un'ordinanza del Gip effettuando sei arresti (3 in carcere e 3 ai domiciliari): due sono maltesi, due libici e quattro italiani. Altri tre libici sono ricercati. Uno è detenuto nel suo Paese. Dopo il furto il gasolio veniva scortato da milizie libiche e portato in Sicilia e poi immesso nel mercato italiano e europeo mediante una società maltese. Il traffico è stato monitorato con mezzi del Comando operativo aeronavale della Gdf. Conferenza stampa sull'operazione alle 10.30 nella sala incontri della Procura di Catania con il procuratore capo Carmelo Zuccaro

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Era meningite di gruppo B

Era meningite di gruppo B

di Marina Bottari