Usa

Addio a "Toro Scatenato", Jack La Motta

Il pugile è morto a 95 anni. Il padre Giuseppe era di Messina e lasciò la città nel 1909

Addio a "Toro Scatenato", Jack La Motta

E' morto Jack La Motta, ex campione del mondo dei pesi massimi denominato 'Toro Scatenato' che ispirò il film interpretato da Robert de Niro. Lo riportano il sito di gossip di Hollywood Tmz, citando sua moglie, e la Bbc. La Motta aveva 95 anni e sarebbe morto per complicazioni legale a una polmonite.

Per i più giovani avrà forse per sempre la faccia di Robert De Niro, quello da oscar di 'Toro scatenato', l'indimenticabile film di Martin Scorsese. La sua è stata una delle tante vite che la boxe ha prestato a Hollywood. Come il Rocky Graziano di 'Lassu' qualcuno mi amà di Paul Newman, o il 'Rocky' di Sylvester Stallone. Ma Jack La Motta, che domenica compie 90 anni, è una storia ormai entrata nella leggenda del pugilato. E' stato fra i più grandi pesi medi della storia.

Eppure non fu né il più potente, né il più tecnico, né il più veloce, né il più bello a vedersi. Ma fu sicuramente il più coraggioso. Il simbolo, lui figlio di un emigrante siciliano che dopo gli anni della Grande Depressione americana incarnava la voglia di riscatto degli italo-americano del Bronx, la spinta a farsi strada nella vita. Una fama la sua costruita a suon di cazzotti, eccessi e sregolatezze. La carriera da professionista durò 14 anni, combatté 102 volte (un record di 83 vittorie, 30 delle quali per ko, quattro pareggi e 19 sconfitte).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi