Scoperta

Una mutazione genetica
previene l'Alzheimer

Scoperta una mutazione genetica che può aiutare naturalmente a prevenire l'Alzheimer. La mutazione, la prima mai trovata che protegge dalla malattia, risiede in un gene che produce le App (amyloid-I precursor protein) che hanno un ruolo sconosciuto nel cervello e sono da tempo sospettate di essere responsabili della patologia.

Una mutazione genetica
previene l'Alzheimer
Scoperta una mutazione genetica che può aiutare naturalmente a prevenire l'Alzheimer. La mutazione, la prima mai trovata che protegge dalla malattia, risiede in un gene che produce le App (amyloid-I precursor protein) che hanno un ruolo sconosciuto nel cervello e sono da tempo sospettate di essere responsabili della patologia. La ricerca e' opera di studiosi del deCODE Genetics di Reykjavik: il team ha individuato la mutazione comparando il genoma di 1795 islandesi e studiando le varianti di circa 400 mila scandinavi. A quanto si legge su ''Nature'' circa lo 0,5 per cento degli islandesi sono portatori della mutazione, e dallo 0,2 allo 0,5 per cento di finlandesi, svedesi e norvegesi. La mutazione comporta una probabilita' di circa 5 volte maggiore di non avere diagnosi di Alzheimer fino agli 85 anni, di vivere piu' a lungo, e una probabilita' 7 volte maggiore di raggiungere gli 85 anni senza avere importanti disturbi cognitivi come la perdita della memoria. Gli scienziati hanno scoperto che la mutazione induce un'alterazione di un singolo aminoacido delle App. Questo aminoacido influenza l'azione dell'enzima I-secretase 1 (Bace1), bloccando il quale, dunque, si potrebbe avere un effetto preventivo rispetto allo sviluppo della patologia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi