milano

"Italia smetta di essere patria delle divisioni"

Renzi ad AssoLombarda:"Non si può continuare a dire sempre 'no' senza proporre una alternativa"

"Italia smetta di essere patria delle divisioni"

 "Sono convinto delle nostre potenzialità a condizione che l'Italia smetta di essere la patria delle divisioni e cominci ad essere la patria della visione", ha detto il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, all'assemblea di Assolombarda. "Sono presidente del Consiglio da due anni e mezzo. Il fatto che sia diventato presidente del Consiglio, non lo dico come una battuta, significa che in Italia tutto è possibile. Non vengo da una famiglia importante non ho quarti di nobiltà. E dopo questi due anni e mezzo - ha aggiunto il premier Matteo Renzi - vengo a dire che sono più convinto del giorno uno delle nostre potenzialità". "Non si può continuare a dire sempre 'no' senza proporre una alternativa", ha aggiunto.

 Negli anni in cui l'Italia è stata "assente o quasi" nel dibattito europeo, l'Unione "si è inaridita e ha fatto regole finanziarie" che difendono "gli interessi di quei paesi che stanno dominando l'Unione Europea", ha detto Renzi aggiungendo che lui considera "un modello di politica economia quello degli Usa e non quello europeo".  

 Una parte dei 900 milioni per il fondo di garanzia previsti dalla manovra "sarà anticipata già nel 2016 con un provvedimento d'urgenza", ha aggiunto Renzi. "Sì è vero, ci sono difficoltà nel credito. Caro Vicenzo (Boccia, ndr), mettiamo subito 900 milioni e una parte la mettiamo già nel 2016".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi