amatrice

Il Papa sulle strade del sisma

Nel pomeriggio il Papa ha raggiunto l'ultima tappa della sua visita alle zone terremotate: San Pellegrino di Norcia, in Umbria. Bergoglio ha pregato nella zona rossa davanti alla chiesa di S. Pellegrino, fortemente danneggiata.

Il Papa sulle strade del sisma

 Poi ha salutato le persone che lo attendevano fuori e -usando il microfono della Polizia- ha rivolto loro queste parole: "Saluto tutti voi. Sono stato vicino a voi e mi sento molto vicino in questo momento di tristezza e prego per voi e chiedo al Signore che dia la forza di andare avanti. E adesso vi invito a pregare tutti insieme l'Ave Maria." Alle 15.30 Papa Francesco è ripartito per Roma.

Papa, preghiera silenziosa davanti campanile crollato - Si è raccolto in una preghiera silenziosa e solitaria davanti ai massi del campanile crollato della chiesa di San Pellegrino di Norcia Papa Francesco che oggi pomeriggio ha fatto visita alla frazione umbra colpita dal sisma del 24 agosto. Il Pontefice ha raggiunto la zona rossa solo con l'arcivescovo di Spoleto-Norcia, monsignor Renato Boccardo. Ha quindi salutato i vigili del fuoco impegnati nella frazione. "Siamo gli unici abitanti..." gli hanno detto sorridendo. "Siete coraggiosi...", la risposta del Papa ai vigili.

Una scossa di magnitudo 3.6, nettamente avvertita dalla popolazione, è stata registrata alle 14.41 a sette chilometri da Norcia. Il comune più vicino all'epicentro - due chilometri - è quello di Castel Sant'Angelo sul Nera, in provincia di Macerata. In precedenza, alle 14.21, una scossa di magnitudo 2.1 si era verificata in provincia di Rieti, con epicentro a due chilometri dalla frazione di Greccio.

Papa ad Arquata, tempi cambieranno, sono con voi - "Buon pomeriggio a tutti voi. Io ho voluto esservi vicino in questo momento e dire a voi che vi porto nel cuore e so, so della vostra sofferenza e delle vostre angosce e so anche dei vostri morti e sono con voi e per questo ho voluto oggi essere qui". Lo ha detto il Papa incontrando i terremotati ad Arquata. "Adesso preghiamo il Signore perché vi benedica e preghiamo anche per i vostri cari che sono rimasti lì, e sono andati in cielo. E coraggio, sempre avanti, sempre avanti. I tempi cambieranno e si potrà andare avanti. Io vi sono vicino, sono con voi". Nella visita a Pescara del Tronto e ad Arquata del Tronto, il Papa è stato accompagnato da mons. Giovanni D'Ercole, vescovo di Ascoli Piceno. Ad Arquata del Tronto il Papa ha salutato più di 100 persone, rivolgendo loro alcune parole e pregando con loro, e ha visitato la scuola allestita nella tendopoli.

In precedenza Bergoglio ha visitato Amatrice e Accumoli, dove nella zona rossa è stato accolto dal capo della protezione civile Fabrizio Curcio e dal commissario per la Ricostruzione Vasco Errani

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi