Loris

Il Pm chiede 30 anni per Veronica Panarello

Trent'anni di reclusione per omicidio premeditato e occultamento di cadavere. E' la richiesta della Procura di Ragusa per Veronica Panarello accusata di avere ucciso il figlio Loris

Veronica "Loris l'ha ucciso mio suocero"

 E' 'plausibile il movente introdotto da Veronica Panarello' sia stata la presunta relazione extraconiugale che la donna avrebbe avuto con il suocero, ha affermato la Procura di Ragusa nella requisitoria per la morte di Loris.

"Questo è un possibile movente, est quello che lei ha detto e ne prendiamo atto. Non c'è altro da dire". Lo ha affermato il procuratore Carmelo Petralia a conclusione dell'udienza del processo a Veronica Panarello imputata di aver ucciso il figlio Loris di otto anni, che ha accusato il suocero di aver ucciso il bambino che avrebbe voluto svelare la loro relazione extra coniugale. "Il movente non è indispensabile - ha aggiunto Petralia - di fronte a una ricostruzione dei fatti che vada ogni oltre ragionevole dubbio: in questo caso non c'è bisogno ci sia per forza un movente".

Davide Stival vuole separarsi dalla moglie, Veronica Panarello. La notizia è stata confermata da fonti legali in causa, sottolineando che ancora non è stato predisposto alcun atto formale, ma ci sono stati contatti tra gli avvocati di marito e moglie. Per la donna la Procura di Ragusa ha chiesto oggi la condanna a 30 anni di reclusione per omicidio premeditato e occultamento di cadavere: per l'accusa è stata lei a uccidere il figlio Loris, 8 anni, strangolandolo il 29 novembre del 2014 nella loro casa di Santa Croce Camerina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto