in sicilia

Mattarella "Non si può lasciare
sola Lampedusa e l'Italia"

L'Italia e l'Europa sono debitori di riconoscenza a Lampedusa per le vite salvate, per l'assistenza, per la prima ospitalità date ai migranti". Lo ha detto il capo dello Stato, Sergio Mattarella, a Lampedusa.

Mattarella "Non si può lasciare sola Lampedusa e l'Italia"

"Lampedusa - ha aggiunto - è la porta d'Europa e la base per
un ponte tra i continenti. L'isola ha offerto a chi è arrivato,
e la sente come seconda patria, il volto migliore
dell'Europa". Dobbiamo dire grazie
agli uomini delle istituzioni che qui a Lampedusa operano con
dedizione, senso etico e impegno, qualità che hanno consentito
loro di salvare tante vite. Sono eroi della vita quotidiana".
Lo ha detto il capo dello Stato, Sergio Mattarella, agli
esponenti delle forze dell'ordine che lavorano a Lampedusa.
"E' grazie a loro - ha aggiunto - che si è evitato che il
Mediterraneo diventasse ancor più di quello che è stato, un
grande cimitero".

"L'Italia e l'Europa
sono debitori di riconoscenza a Lampedusa" e "anche nelle zone
in cui si manifesta indifferenza e chiusura ci si renderà conto
di quel che abbiamo fatto a Lampedusa". Lo ha detto il
presidente Sergio Mattarella a Lampedusa.
Ad accogliere il capo dello Stato, che ha inaugurato il museo
della Fiducia, c'erano centinaia di cittadini e alunni delle
scuole. Con Mattarella ci sono il ministro dei Beni culturali,
Dario Franceschini e il ministro dell'Interno, Angelino Alfano.

"Per affrontare un
fenomeno come quello delle migrazioni serve l'impegno di tutti.
L'Italia e Lampedusa non possono essere lasciate sole". 

Lampedusa, Italia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi