il cairo

Egyptair, individuata una scatola nera dell'aereo

Una nave francese ha captato segnali provenienti dal fondo del Mediterraneo e si presume che siano emessi dalle scatole nere dell'aereo Egyptair inabissatosi il 19 maggio

Egyptair, individuata una scatola nera dell'aereo

Arriverà sul posto "entro una settimana" la nave incaricata di recuperare le scatole nere dell'Egyptair inabissatosi a nord di Alessandria d'Egitto il 19 maggio. E' quanto emerge dal comunicato della Commissione d'inchiesta sul disastro aereo del volo Parigi-Il Cairo che ha ucciso 66 persone. "Nella zona sono in corso di intensificazione sforzi per determinare la posizione delle due scatole nere al fine di recuperarle attraverso la nave "John Lethbridge", si afferma nella versione araba del comunicato in cui è stato annunciato l'intercettamento dei segnali. La nave "appartiene alla società 'Deep Ocean search' (Dos) che si unirà alla squadra di ricerca entro una settimana", si limita ad aggiungere la nota.

Il segnale captato da una nave militare è quello di una delle due scatole nere dell'Airbus d'Egyptair inabissatosi nel Mediterraneo sulla tratta Parigi-Cairo: è quanto conferma il Bea, l'ufficio francese d'inchiesta sui disastri aerei.

La nave francese che cercherà di recuperare la scatola nera del volo Egyptair captata oggi dalla Marine Nationale arriverà sul posto intorno al 10 giugno: è quanto riferiscono i media francesi, precisando che il tempo è preziosissimo in quanto i Flight data recorder sono in grado di emettere solo per "quattro o cinque settimane", prima che si scarichi la batteria.

Il segnale di una scatola nera è "stato captato grazie alle strumentazioni della società Alseamar montati a bordo della nave Laplace della Marine nationale", ha riferito il direttore del Bea, Rémi Jouty. Il Laplace è in grado di captare i Flight data recorder fino a 5.000 metri di profondità. La nave militare partita giovedi' scorso dalla Corsica è dotata delle apparecchiature della società francese Alseamar, grazie a cui si possono captare i 'pings' (Echo sonar) delle scatole nere. A bordo si trovano anche due inquirenti del Bea, l'ufficio francesi di analisi e inchiesta degli incidenti aerei.

La nave della società Deep Ocean Search (Dos) attesa sul luogo dell'incidente intorno al 10 giugno è equipaggiata con uno speciale robot in grado di ripescare le scatole nere fino a 3.000 metri di profondità. Il luogo in cui si concentrano le ricerche si trova a 290 chilometri dalla costa egiziana. L'aereo dell'Egyptair era in volo da Parigi al Cairo prima di inabissarsi nel Mediterraneo. Secondo fonti vicine all'inchiesta, nella zona dell'incidente la profondità è di circa tremila metri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto