Usa

Sandy, dalle 18
massima allerta

Tutto fermo nella Grande mela, anche Wall Street; 375mila gli evacuati. Stato d'emergenza esteso anche al New Jersey. Obama ha definito Sandy grande e pericoloso, invitando tutti a prenderlo seriamente; annullato il comizio del presidente in Ohio.

Barack Obama

Barack Obama

Scatterà alle 18 ora italiana l'allerta massima su New York per l'arrivo dell'uragano Sandy.

Tutto fermo nella Grande mela, anche Wall Street; 375mila gli evacuati. Stato d'emergenza esteso anche al New Jersey. Obama ha definito Sandy grande e pericoloso, invitando tutti a prenderlo seriamente; annullato il comizio del presidente in Ohio.

_________________________________

 Sandy ferma la città che non dorme mai. New York aspetta l'arrivo dell'uragano, che si farà sentire dalle 13 locali di oggi, ore 18 italiane, fino alle prime ore della mattina di domani, con la notte fra lunedì e mertedì a rischio elevato, come ha avvertito il sindaco di New York Michael Bloomberg. Il sistema di trasporti pubblici cittadino, il più grande degli Stati Uniti con 8,5 milioni di persone al giorno, si ferma con le stazioni della metropolitana, inclusa quella di Times Square, una delle più affollate al mondo, che appare spettrale. Si spegne Broadway. Chiudono le caffetterie Starbucks e i grandi magazzini Macy's e Bloomingdalés. Wall Street oggi non apre e forse neanche domani: è la prima volta dall'11 settembre 201 e la prima volta in 27 anni per condizioni climatiche, che la Borsa di New York resta chiusa. Ma è tutta la costa orientale degli Stati Uniti a essere in ginocchio per Sandy, la tempesta perfetta o Frankenstorm come è stata già chiamata. Le compagnie aeree hanno cancellato per ora più di 7.400 voli. Gli uffici federali a Washington sono chiusi per l'intera giornata, così come i servizi di trasporto pubblico. Le scuole sono chiuse a New York, Boston e in altre città. E gli evacuati sono centinaia di migliaia, 375.000 solo a New York. "Non fate gli eroi e non comportatevi come se nulla fosse", afferma il governatore del New Jersey, Chris Christie. Il presidente americano Barack Obama ha firmato la dichiarazione per lo stato di emergenza per New Jersey, New York, Maryland, Distretto di Columbia e Massachusetts. Obama ha definito l'uragano Sandy "grande e pericoloso", invitando tutti a prenderlo seriamente. Sandy cambia anche i programmi del presidente: Obama in queste ore in Florida, tornerà in giornata a Washington, saltando il comizio in Ohio (dove ci saranno il vice presidente Joe Biden e l'ex presidente Bill Clinton), per seguire gli sviluppi. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi