Soriano

La bara di Filippo
accolta da un
intero paese

Centinaia di palloncini sono stati lanciati in cielo poco prima che il feretro, ricoperto dalla bandiera della Juventus, entrasse in Chiesa. Forte lo sdegno per una logica omicida contro cui si ribellano le coscienze. Sabato una manifestazione.

funerali ceravolo

A celebrare le esequie, che hanno avuto luogo nella chiesa di San Domenico, è stato il parroco di Soriano, don Giuseppe Sergio, che ha concelebrato una messa solenne, assistito dai parroci dei comuni vicini e dai monaci domenicani. Impossibilitato a presenziare il vescovo mons. Luigi Renzo, il quale ha inviato un messaggio, manifestando la sua vicinanza. Filippo Ceravolo è stato ricordato nel corso dell’omelia come un ragazzo esemplare e un onesto cittadino, dedito al lavoro e alla famiglia. Gli amici hanno ricoperto la bara con un drappo bianconero, la bandiera della Juventus, sua squadra del cuore. E proprio i tifosi juventini, ieri, nello stadio di Catania, in occasione della parita Catania-Juventus, hanno esibito uno striscione con la scritta: «Filippo Ceravolo con noi, per sempre». Al termine della cerimonia religiosa la zia e la cugina di Filippo hanno ricordato il congiunto leggendo degli accorati messaggi che hanno strappato le lacrime della gente. In tutti i presenti aleggiava l’interrogativo del perchè di una morte senza senso e senza giustificazione. Prende sempre più piega, infatti, l’ipotesi avanzata dagli inquirenrti che i colpi di fucile, che lo hanno attinto, ferendolo mortalmente, non erano rivolti contro di lui. Da qui la sensazione della sconfitta della società civile, che si sente esposta e indifesa e chiede una maggiore presenza dello Stato sul territorio e
più sicurezza per i cittadini. Per gridare «basta» e, soprattutto, per risvegliare le coscienze è stata annunciata per sabato prossimo una grande manifestazione di cordoglio e di protesta che si terrà a Soriano e della quale saranno protagonisti, in prima fila, gli studenti. Alla manifestazione, oltre a Libera, aderiranno anche i commercianti, le associazioni locali e le pubbliche istituzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi