Ascoli piceno

Soldatessa reggina
picchiata dal fidanzato

Una soldatessa reggina di 21 anni che proprio ieri aveva prestato giuramento è stata picchiata selvaggiamente dal fidanzato e ora è ricoverata in ospedale ad Ascoli. L'uomo, un 27enne anche lui di Reggio Calabria, è stato arrestato dai carabinieri

rav esercito ascoli piceno

Non c'é pace per il 235/o Rav Piceno, lo stesso dove prestava servizio come istruttore Salvatore Parolisi. Una soldatessa di 21 anni che proprio ieri ha prestato giuramento è stata picchiata selvaggiamente dal fidanzato e ora è ricoverata in ospedale ad Ascoli. L'uomo, Nunzio Calabrese, 27enne di Reggio Calabria come la ragazza, è stato arrestato dai carabinieri. La lite è scoppiata perché lei voleva lasciarlo. La giovane ha riportato la frattura scomposta di una mandibola, se la caverà in 30 giorni.

Il litigio fra i due giovani sarebbe avvenuto ieri sera in un Bed and Breakfast della città. La ragazza, così hanno riferito i carabinieri, avrebbe manifestato al ventiquattrenne l'intenzione di interrompere il rapporto. Lui però non era d'accordo, e al culmine della lite l'avrebbe colpita con violenza. Verso la mezzanotte la soldatessa è stata accompagnata in ospedale dal titolare della struttura ricettiva e dallo stesso fidanzato, che però se n'è andato subito. In un primo momento, ai medici del pronto soccorso la giovane donna ha detto di essere caduta dalle scale. Una versione apparsa subito incompatibile con la gravità delle lesioni che aveva. Ascoltata dai carabinieri, la ventunenne ha poi ammesso che era stato il ragazzo a picchiarla. Nel giro di poche ore l'aggressore è stato rintracciato e arrestato con l'accusa di lesioni personali gravi e rapina: prima di abbandonare la fidanzata in ospedale, Calabrese le avrebbe infatti sottratto una tessera Postamat.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi