Addio a Tonio,
tutta la Calabria lo abbraccia

Da tutta la Regione e non solo, arrivano i commenti e gli attestati di stima per Tonio Licordari

Addio a Tonio,tutta la Calabria lo abbraccia

"Esprimo il mio cordoglio personale e quello dell'intero Consiglio regionale per la scomparsa di Tonio Licordari, per tanti anni vicecaporedattore di Gazzetta del Sud" Lo afferma, in una nota diffusa dal portavoce, il presidente della massima Assemblea calabrese, Nicola Irto. "La Calabria - prosegue Irto - perde un giornalista che l'ha raccontata con garbo, correttezza e senso delle istituzioni. Tonio era un uomo visceralmente attaccato alla propria terra e ha dedicato la sua vita alla professione, esercitata con amore in ogni settore, con una particolare predilezione per le sue grandi passioni, lo sport e la musica. Alla famiglia Licordari - conclude Irto - rivolgo le mie sentite condoglianze per un lutto grave che colpisce l'intero giornalismo calabrese e addolora tutti noi". *** "Competenza scrupolosa e approccio signorile sono i caratteri distintivi del giornalismo di Tonio Licordari, scomparso oggi". E' quanto afferma, in una dichiarazione, il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà. "Maestro e guida - prosegue Falcomatà - per un'intera generazione di giornalisti e di lettori, che ne apprezzavano la poliedrica capacità di spaziare in svariati settori, dalla politica, al costume, allo sport, fino alla musica e al suo grande amore, il Festival di Sanremo, che seguiva da sempre con puntualità e passione. Giungano alla famiglia le nostre sentite espressioni di vivo cordoglio con l'auspicio che il virtuoso esempio di Tonio e gli echi dei suoi scritti siano ancora forieri per le future generazioni di giornalisti". *** "Esprimo il più profondo cordoglio, a nome mio e dell'intera Amministrazione provinciale di Reggio Calabria, per la scomparsa del giornalista Tonio Licordari". Lo afferma il presidente della Provincia di Reggio Calabria, Giuseppe Raffa. "Un professionista serio e rigoroso dell'informazione - aggiunge - che ha saputo raccontare, attraverso le pagine di Gazzetta del Sud di cui è stato a lungo vice caporedattore, i principali capitoli della storia della nostra terra, operando sempre con passione e spirito critico. Alla famiglia Licordari rivolgo un forte abbraccio unendomi a loro in questo momento segnato da dolore e sconforto". *** "Addio a Tonio Licordari, colonna storica della Gazzetta del Sud. Ci ha lasciato in punta di piedi, con la stessa eleganza con cui ha vissuto." Così su twitter e Facebook Dorina Bianchi, sottosegretario al Ministero dei Beni culturali, con delega al turismo e deputato del Gruppo Area Popolare (Ncd-Udc). *** "Ci ha lasciato oggi - afferma Giovanni Nucera, capogruppo de La Sinistra in Consiglio regionale - un'icona del giornalismo calabrese, Tonio Licordari, professionista esemplare e generoso che ha legato la sua esperienza professionale in particolar modo al mondo del calcio, ma che si è anche battuto per la libertà di stampa. Esprimo il cordoglio mio e di tutto il gruppo 'La Sinistra' in Consiglio regionale e ci uniamo al dolore della famiglia". *** "La morte di Tonio Licordari mi rattrista profondamente. Scompare un uomo profondamente legato a Reggio e alla Calabria, un giornalista attento e intelligente". Lo afferma, in una dichiarazione, Nino Costantino, segretario generale della Cgil della Piana di Gioia Tauro. "Negli anni in cui è stato caposervizio della redazione reggina di Gazzetta del Sud - prosegue Costantino - ha avuto un rapporto straordinario con la Cgil partecipando da giornalista a numerose battaglie: da quella dell'ex Omeca al polo industriale di San Gregorio, dalle Ogr di Saline alle mobilitazioni contro la clonazione dei Bronzi di Riace, dalla valorizzazione del ruolo turistico di Reggio alla critica verso le Ferrovie dello Stato per l'abbandono del Sud e di Reggio". *** "Con la morte di Tonio Licordari - sostiene il vicepresidente del Consiglio regionale, Francesco D'Agostino - il giornalismo calabrese perde una personalità di riferimento, un vero e proprio pezzo di storia. Provo un profondo dispiacere per la scomparsa del giornalista reggino da sempre punto di riferimento puntuale trasparente per i lettori calabresi, soprattutto quelli sportivi, capace di interpretare il ruolo del cronista in modo autorevole. Se ne va una persona perbene e leale, un vero conoscitore di questa terra e testimone coerente delle diverse stagioni sociali che hanno attraversato la provincia di Reggio Calabria. Conoscevo personalmente Tonio Licordari e, nel tempo, ho avuto modo di apprezzarne i valori, oltre che la caratura umana e professionale". *** "Profondamente addolorato per il lutto che ha colpito la famiglia Licordari - afferma il senatore Antonio Caridi - sono vicino nel cordoglio e nel ricordo di Tonio Licordari, giornalista d'altri tempi. Il giornalismo reggino e tutto il comparto comunicativo subiscono una grave perdita, sintesi di stoffa e dedizione al lavoro". *** "La morte di Tonio Licordari ci rattrista molto. Scompare uno dei 'grande vecchi' del giornalismo calabrese, uno di quelli della vecchia scuola, che ha insegnato il mestiere a tanti giovani". Lo afferma, in una nota, il movimento "Giornalisti d'Azione". Alla famiglia del collega Licordari, al figlio Natalino e ai colleghi della Gazzetta del Sud - conclude il comunicato - giungano le più sentite condoglianze da parte del movimento".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto