nel mediterraneo

Sei morti in mare,
inutili i soccorsi

I cadaveri di sei migranti sono stati recuperati dagli uomini della Marina Militare nel corso di un'operazione di soccorso al largo della Libia. I migranti erano a bordo di un gommone che, quando sono giunti i soccorsi, stava già affondando. Salvi in 411

Sei morti in mare, inutili i soccorsi

 I militari, a bordo di nave Aliseo, sono riusciti a salvare complessivamente 290 persone, 74 delle quali a bordo del gommone che è affondato e le altre su altri due mezzi. Sono in corso le ricerche di eventuali dispersi.

L'operazione di soccorso svolta dalla Marina Militare - nel corso della quale sono stati recuperate anche sei salme - è una delle quattro coordinate oggi dalla centrale operativa di Roma della Guardia Costiera, nel corso delle quali sono stati salvati complessivamente 411 migranti diretti dalla Libia verso l'Italia a bordo di gommoni. Alle operazioni hanno partecipato unità navali della Marina Militare e della Guardia Costiera, una nave straniera inquadrata nel dispositivo EunavforMed e un mercantile "dirottato" nell'area dove sono state recuperate le salme e dove sono tuttora in corso ricerche di eventuali dispersi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi