Messina

Scoperto un traffico
illegale di farmaci

Dopo due anni di indagini la Procura e la Sezione di Pg della Finanza hanno smantellato una rete di medicinali rubati. Quattro indagati tra farmacisti magazzinieri. C’erano anche confezioni di Viagra e Cialis.

farmaci

Era un giro che secondo quanto hanno accertato la Procura e la Sezione di Pg della Guardia di Finanza in questi mesi, era fatto soprattutto di farmaci rubati e ricette mediche che venivano ricettate, per far incassare i rimborsi dall’Asp senza averne titolo. È questo lo scenario delineato nell’atto di chiusura delle indagini preliminari che il
sostituto procuratore Liliana Todaro ha inviato a quattro indagati tra impiegati sanitari e farmacisti della città e della provincia, dopo un’inchiesta scattata nel 2009 e conclusa nelle scorse settimane, passando per decine di perquisizioni, controlli, sequestri in decine di depositi di medicinali, farmacie, e sanitarie. Un’i nchiesta rimasta sottotraccia per mesi e che adesso vede l’atto finale. Il magistrato ha inviato l’a tto ex art. 415 bis a Giuseppe Sturiale, 54 anni; Santi Perrone, 58 anni; Venerina Cannistraci, 48 anni; Marco Guglielmo, 39 anni. I quattro indagati sono assistiti in questa fase dagli avvocati Massimo Marchese, Giuseppe Maisano, Salvatore Silvestro, Anna Scarcella, Francesco Restuccia e Maria Lembo. Le ipotesi di reato, così come il singolare coinvolgimento degli indagati, sono comunque diversificate.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400