Festival

Da Spoleto a Taormina
estate in musica
nonostante la crisi

Nonostante la forte crisi economica, i festival estivi non si arrendono, restano numerosi e con importanti proposte artistiche. Pertanto si può parlare di un ventaglio di eventi promettenti.

Da Spoleto a Taormina
estate in musica
nonostante la crisi

Il teatro antico di Taormina

Nonostante la forte crisi economica, i festival estivi non si arrendono, restano numerosi e con importanti proposte artistiche. Pertanto si può parlare di un ventaglio di eventi promettenti. I primi a cominciare sono stati, in giugno, il Festival teatrale di Napoli e il Tuscan Sun Festival di Firenze. A fine mese, dal 29, comincia il 54 Festival dei Due Mondi di Spoleto con "Il Giro di Vite" (The turn of the screw), opera di Benjamin Britten, nuova edizione dopo il magnifico allestimento visto alcuni anni fa a Roma diretto da Luca Ronconi.

Nel contempo il via al 48 festival Pontino che si svolge con concerti di musica contemporanea in diverse località laziali ma principalmente nello storico Castello Caetani di Sermoneta. La musica la fa da padrona nell'intero mese di luglio, a cominciare dalla tradizionale settimana dell'Accademia musicale Chigiana di Siena che prevede, in prima mondiale, "Due teste e una ragazza" di Isidora Zebeljan per la regia di Ran Arthur Braun. In contemporanea a Siena, il 6 e il 7, il Ravenna Festival presenta "Sancta Susanna" di Paul Hindemith, direttore musicale Riccardo Muti. Musica inoltre il 14 e 15, nella raffinata località toscana di Barga dove l'Opera Barga Festival ha scelto il raro "Gli equivoci nel sembiante" di Alessandro Scarlatti.

Dal 20 luglio torna l'immancabile Festival pucciniano di Torre del Lago con le opere del maestro, "Tosca", "Madama Butterfly", "La Bohéme" che richiama come sempre un folto pubblico internazionale. A Montepulciano, intanto, dal 19 al 29, il 37Cantiere Internazionale d'Arte, fondato negli annì70 dal compositore tedesco Hans Werner Henze, rinnova il confronto tra musicisti stranieri e i giovani talenti del territorio regionale e nazionale. Appuntamento dal 20 luglio al 13 agosto con il Macerata Opera allo Sferisterio, uno dei più suggestivi spazi d'Europa. Il cartellone comprende "La Traviata", "La Bohéme" e "Carmen". Importante, come al solito, il Festival della Valle d'Itria di Martina Franca, famoso per i suoi recuperi di opere del passato. In programma questa volta, dal 17 al 31 luglio, "Artaserse" di Johann Adolf Hasse, libretto di Metastasio, "Nur" di Marco Taralli, libretto di Vincenzo De Vivo, "Zaira"di Vincenzo Bellini, libretto di Felice Roman," immagini di una lontananza" di Luigi Rossi e Daniela Terranova, libretto di Francesco Buti.

Grande musica pure in agosto dove spicca il Festival Rossiniano di Pesaro che dal 10 al 23 presenta il ritrovato "Ciro in Babilonia", seguito dalle riprese di "Matilde di Shabran", regia di Mario Martone, "Il Signor Bruschino", "Tancredi" (in forma di concerto) e l'ormai consacrato "Il Viaggio a Reims", fiore all'occhiello della manifestazione ed affidato all'Accademia della città marchigiana. A fine agosto l'ormai tradizionale Festival di Jesi dedicato a Pergolesi e Spontini di Jesi. Per la prossima edizione lo spazio principale è riservato a Gaspare Spontini, autore de "La Fuga in Maschera".

A Taormina, al Teatro Greco, il Bellini Festival spicca il 10 luglio con il ritorno di "Norma" di Vincenzo Bellini, particolarmente amata dal pubblico siciliano. Peraltro la rappresentazione, e quelle di "Cavalleria Rusticana" e "I Pagliacci" di Pietro Mascagni e Ruggero Leoncavallo, in programma, il 13 Agosto, verranno tutte irradiate dai canali televisivi che da qualche tempo trasmettono opere liriche in presa diretta. Da non dimenticare, infine, il Festival romano di Caracalla dove c'é pure "Norma" diretta il 21 luglio da Gabriele Ferro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi