Crisi

Bruxelles, accordo
sullo scudo antispread

Lungo confronto tra il premier Mario Monti, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente della Bce Mario Draghi, prima della riapertura dei lavori del summit Ue.

Bruxelles, accordo
sullo scudo antispread
Sono ripresi poco dopo le 10,30 i lavori del Consiglio Europeo dei capi di stato e di governo, nel formato a 27 paesi.

Lungo confronto tra il premier Mario Monti, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente della Bce Mario Draghi, prima della riapertura dei lavori del summit Ue. I tre si sono intrattenuti diversi minuti nel salone del consiglio europeo. Prima Angela Merkel ha avvicinato il presidente Bce. Poco dopo si è avvicinato Monti. La cancelliera aveva in mano un documento e ne indicava alcuni punti.

Sorrisi, strette di mano e congratulazioni per il premier Mario Monti al suo arrivo nel salone dove sono ripresi i lavori al summit Ue. L'unico volto tirato, dagli schermi che rilanciano in sala stampa l'avvio dei lavori, appare quello della cancelliera tedesca Angela Merkel. Capi di stato e di governo di diversi paesi si sono avvicinati al professore per stringergli la mano. Quindi è stata la volta del presidente francese Francoise Hollande, giunto mentre Monti stava sorseggiando un caffé. I due sono rimasti a colloquio alcuni minuti.

MERKEL, A TROIKA CONTROLLO PAESI SCUDO ANTI SPREAD - I paesi i cui bond verranno acquistati dai fondi Esm/Efsf dovranno rispettare condizioni che saranno verificate dalla troika Ue-Bce-Fmi. Lo ha detto la Cancelliera Angela Merkel arrivando nella sede del Consiglio Europeo.

DRAGHI,MOLTO SODDISFATTO DECISIONI PRESE - Il presidente della Bce Mario Draghi è "molto soddisfatto per le decisioni prese" dal vertice Ue. Lo ha detto lo stesso Draghi al suo arrivo al Consiglio Europeo.

Lo spread tra i titoli decennali italiani e il Bund tedesco risale sopra i 420 punti base. Il differenziale segna 421,9 punti con il rendimento del decennale italiano al 5,865%.

BORSA MILANO: CORRE IN APERTURA, FTSE MIB +3,08% - Piazza Affari apre con un rally. L'indice Ftse Mib sale del 3,08% in avvio segnando 13.800 punti.

PARIGI APRE IN FORTE RIALZO, +3,11% - La Borsa di Parigi apre in forte rialzo: l'indice Cac guadagna il 3,11% a 3.146,09 punti.

MADRID GUADAGNA OLTRE IL 4% IN APERTURA - Apertura in forte rialzo per la Borsa di Madrid, che guadagna oltre il 4% spinta dall'accordo raggiunto nella notte a Bruxelles. L'Indice Ibex 35 avanza del 4,12% a 6.998,7 punti, grazie soprattutto ai titoli bancari (Santander guadagna il 6,35% e BBVA il 6,89%).

TOKYO CHIUDE A +1,50%, CON SVOLTA EUROSUMMIT

- La Borsa di Tokyo, dopo le perdite d'avvio, gira in positivo con la svolta sul 'piano anti-spread' delineatosi nei negoziati tra i leader del Consiglio europeo, fino a terminare gli scambi in progresso dell'1,50%. L'indice Nikkei, dopo un massimo infraday a 9.044,04 (intorno a +2%), si mantiene sopra i 9.000 punti per la prima volta da maggio, fino ad attestarsi a quota 9.006,78, grazie anche al contestuale rallentamento dello yen contro dollaro ed euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto