Sacra corona unita

Arrestato reggente
nel brindisino

Ronzino De Nitto, 37 anni, secondo gli investigatori, attuale 'reggente' dell'organizzazione mafiosa per conto del clan riconducibile a Francesco Campana.

polizia

I poliziotti della Squadra mobile della questura di Brindisi hanno catturato stamane il presunto boss di Mesagne (Brindisi) Ronzino De Nitto, 37 anni, affiliato alla Scu e, secondo gli investigatori, attuale 'reggente' dell'organizzazione mafiosa nel brindisino per conto del clan riconducibile a Francesco Campana, capoclan arrestato dopo un periodo di latitanza nell'aprile 2011. De Nitto era latitante dal 28 dicembre 2010.

Proprio nel dicembre 2010, con l'operazione 'Last minute', sempre della squadra mobile brindisina, venne inferto un duro colpo alla Sacra corona unita nella zona con provvedimenti restrittivi emessi su richiesta della distrettuale antimafia di Lecce anche grazie alle dichiarazioni del collaboratore di giustizia Ercole Penna. Anche De Nitto, ritenuto il braccio destro di Campana, fu inserito nel novero dei nuovi capi della Scu sulla base delle dichiarazioni di Penna, anch'egli mesagnese, secondo il quale a gestire in maniera organizzata gli affari illeciti nel Brindisino c'erano almeno due frange di un articolato gruppo malavitoso. De Nitto era l'unico ancora ricercato nell'ambito dell'operazione del dicembre 2010.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi