Vertenza Italcementi

Nasce idea di un’area
economica speciale

La proposta della vice presidente della giunta regionale Antonella Stasi accolta favorevolmente dagli ottantadue operai. Ma il progetto dovrà passare al vaglio del ministero. Da oggi stabilimento chiuso per una settimana.

Nasce idea di un’area 
economica speciale

Uno degli aspetti più rilevanti, per le maestranze, riguarda il fatto che la numero due della Regione abbia avuto contatti con il Ministero dello Sviluppo economico, al
quale chiederà di inserire la questione Italcementi-Vibo tra le vertenze nazionali. Per un territorio fortemente penalizzato, come quello vibonese, sia dal punto di vista infrastrutturale che dello sviluppo, i provvedimenti da adottare oltre ad essere tempestivi devono essere mirati e predisposti a livello nazionale. «La nostra – hanno rilevato alcuni dipendenti – è un’area a rischio non solo sotto l’aspetto occupazionale, ma anche dell’incidenza criminale. Lo Stato deve dimostrare la sua presenza garantendo
lavoro e sicurezza. La chiusura di aziende della portata di Italcementi dovrebbe non solo aprire una riflessione seria, ma spingere le istituzioni e la comunità intera a “pretendere” che i governanti nazionali intervengano concretamente».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi